Il calendario meteo delle Cipolle 2023 di Alfio Lillini - Password Magazine

Il calendario meteo delle Cipolle 2023 di Alfio Lillini

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – «L’anno scorso 2022 con 13 lune doveva essere un anno positivo!!! Invece è stato un anno solo molto caldo e siccitoso (da record), la pandemia e la siccità non ci è mancata affatto, ora anche il natale 2022 è stato senza luna, (luna crescente) un vecchio detto dice: “natale senza luna sette pecore non fa x una”. Pensare positivo è doveroso in questa fase!». Esordisce così Alfio Lillini che, come da tradizione all’inizio di ogni anno, invia il suo calendario delle Cipolle con le previsioni meteo del 2023.

«Per l’anno 2023 la natura ci segnala che l’inverno sarà abbastanza lungo, quasi senza neve, solo freddo e poco acqua, e solo a tarda primavera inoltrata, poi l’estate con siccità e caldo afoso, e sarà lunga fino alla metà di settembre. (la desertificazione avanza)…

Per l’autunno la variabilità regna sovrana con piogge occasionale, per il freddo bisognerà aspettare dicembre, con neve (forse) per natale.

La sostenibilità ambientale a fronte dei cambiamenti climatici veloci e pesanti, deve essere per tutti noi il pane quotidiano, un anno fa scrivevo che il cambiamento climatico è un attacco diretto alla nostra vita sulla terra… Nel 2022 di esempi (attacchi) ne abbiamo avuti di tutti i tipi con fenomeni atmosferici estremi, con distruzione e morti! Questo sistema di produzione e di consumo non è più sostenibile… Se l’essere umano sulla terra vuole
continuare a fare il CAPRONE, questi sono e saranno i risultati.

Dopo 15 anni e oltre che scrivo questo non ho più voglia di continuare… Ma di tutto questo non importa niente a nessuno…Tanto le falde acquifere sono quasi scariche!

Avviso ai naviganti. Ai governanti di tutti i livelli dico che è ora che l’ambiente sia governato, e va anche
sostenuto, in 20 giorni i governanti di tutto il mondo alla conferenza globale dell’ONU sul clima, in Egitto (a Sharm el-Sheikh) dal 6 novembre 2022, non hanno trovato un minimo
di accordo di sostenibilità ambientale globale, questa e la dimostrazione dell’incapacità più
totale… Ora ci dicono che il 2030 diventerà l’anno, ultimo e decisivo per sperare di
continuare a sopravvivere su questa terra. Di tutto questo già ci siamo magari tutti noi dimenticati… Allora evviva il popolo CAPRONE».

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.