Jesi, conferenza di fine anno: il punto della situazione da Sindaco e Giunta. - Password Magazine

Jesi, conferenza di fine anno: il punto della situazione da Sindaco e Giunta.

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

IMG20221229105037JESI – Il 2022 volge al termine. Con esso si chiude il primo anno (anche se in realtà sono solo 6 mesi), di amministrazione di Lorenzo Fiordelmondo, eletto sindaco a giugno del 2022, dopo aver sconfitto Matteo Marasca al ballottaggio per la poltrona di Primo cittadino.

Proprio il sindaco di Jesi insieme a parte della sua Giunta (erano assenti per motivi di salute Paola Lenti e Emanuela Marguccio e per motivi di lavoro Alessandro Tesei) oggi ha illustrato i risultati, le priorità, gli obiettivi e il raggio d’azione dell’amministrazione nei suoi primi 6 mesi.

«Il 2022 non è stato un anno facile per nessuno. – ha detto il Sindaco durante la consueta conferenza stampa di fine anno – Ci sono tipi di povertà che si sono maggiormente diffusi, ad esempio quella energetica, ma nonostante questo non abbiamo ripiegato, non ci siamo tirati indietro, non abbiamo cambiato la nostra idea di sviluppo».

Un esempio su tutti, portato da Fiordelmondo, è il polo Amazon, che notizia di pochi giorni fa sorgerà ufficialmente all’Interporto di Jesi, con i lavori che dovrebbero partire già dalla seconda settimana di gennaio 2023. Su questo punto, il primo cittadino ha voluto sottolineare il ruolo cruciale svolto dall’Amministrazione comunale

«Se è vero che c’è stata un’efficace filiera istituzionale, è altrettanto vero che senza un sostegno politico forte da parte di chi in questo momento amministra la città, difficilmente si sarebbe arrivati ad una positiva capitolazione positiva della vicenda».

Un altro tema su cui Fiordelmondo è intervenuto è quello del Ponte San Carlo, dove vengono in linea di massima confermati i tempi e le modalità già note, ma viene in risalto l’onere in capo Sindaco e Giunta di ovviare ai disagi che la chiusura del ponte, per il periodo necessario ai lavori, comporterà.

Ultimo punto toccato dal Sindaco è quello delle relazioni, che lui considera di vitale centralità per la sua azione di governo:

«L’Amministrazione vive dentro la città e vuole avere sempre più una viva collaborazione con tutti i tessuti che la compongono. A partire dal lato territoriale, con il confronto e l’azione condivisa anche con comuni a noi limitrofi, per passare dal grande valore dei tessuti associativi della nostra città e per finire con l’importanza della relazione con le scuole, che deve sempre più prevedere un raccordo con le istituzioni».

È il Vice Sindaco e assessore alle Politiche sociali, allo Sport e alla Protezione civile Samuele Animali a fare il punto su ciò che si è fatto e su ciò che si farà, per quanto concerne le sue deleghe.

«Abbiamo attuato soluzioni ragionevoli a problematiche molto estese, abbiamo per esempio destinato 500 mila euro all’abbassamento della pressione fiscale, per quanto di nostra competenza. Abbiamo poi assegnato ad ASP la gestione di alcuni ambienti inutilizzati, lasciati a degrado e non decoro, cosi da poter portare alla luce una valenza sociale anche a luoghi ora non propriamente in condizioni ottimali».

Per quanto riguarda lo sport attenzione alla manutenzione degli impianti, con l’avvio della stessa presso il campo da rugby e al campo sportivo di Minonna e delicato il tema caro energia, con il comune chiamato a far fronte ad aumenti importanti.

Accanto alla cattiva notizia del caro energia, Animali, pone la buona novità del Palascherma.

Per Loretta Fabrizi, assessore alla Partecipazione, «la città è un contenitore inerte se non lo si riempe di vita».

«Proprio nella rivitalizzazione dell’azione amministrativa e della città sta la missione del mio assessorato e i consigli di quartiere potrebbero avere un ruolo strategico nel conseguire tale risultato».

Ricorda i buoni risultati raggiunti da tutte le iniziative messe in campo finora, Luca Brecciaroli, assessore alla Cultura. Il nostro lavoro è un lavoro di squadra e in questi anni vogliamo trasmettere un discorso culturale che crea un filo conduttore per la costruzione di piccole ma concrete ed apprezzate iniziative.

E’ di Valeria Malappioni l’intervento conclusivo. Anche l’assessore ai Lavori pubblici evidenzia il grande lavoro di squadra, in collaborazione anche con gli uffici del comune.

«La nostra più grande sfida – spiega l’assessore – è quella di non fermare i finanziamenti, ma declinarli nell’ottica di una rinata qualità dello spazio. Il 2022 verrà ricordato come l’anno dell’aumento sproporzionato dei prezzi e va dato il merito a questa amministrazione di aver evitato il venir meno di molti importanti progetti».

Al centro del tavolo, per quanto riguarda i lavori pubblici, oltre al Ponte San Carlo che per l’assessore è un’opera “di relazione con la città”, anche il Cavalcavia.

Proprio i lavori su quest’ultimo, per quanto riguarda la prima fase, si dovrebbero dovuti concludere entro la fine del 2022 ma per tutte le feste, invece, la situazione sarà invariata per poi partire con la seconda fase del progetto, sicuramente più invasiva.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.