Mariya, l'estremo gesto che lascia sconvolta la comunità | Password Magazine
Festival Pergolesi

Mariya, l’estremo gesto che lascia sconvolta la comunità

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CUPRAMONTANA – Si sarebbe tolta la vita impiccandosi ad un albero di ulivo con il foulard, lo stesso descritto da “Chi l’ha visto?”. Volge ad un drammatico epilogo la vicenda di Mariya Iskra, la ragazza scomparsa domenica scorsa che ha tenuto fino ad oggi la comunità di Cupramontana col fiato sospeso. Il corpo senza vita della diciannovenne è stato ritrovato intorno alle 17.00 da una squadra di ricerche della Protezione civile coordinata dal responsabile provinciale Lorenzo Mazzieri e coadiuvata da unità cinofile.

Il terribile gesto sarebbe avvenuto la domenica stessa, giorno della scomparsa: secondo una prima ricostruzione, la ragazza é uscita nel pomeriggio, poi si é incamminata lungo via Eremo della Romita, dove spesso andava a passeggiare. Da lì ha imboccato un viottolo interrato in mezzo un campo di olivi adiacente alla strada.

Il viottolo interrato

Si é addentrata per una quindicina di metri finché non ha trovato una pianta abbastanza alta. Poi la terribile scelta.

Mariya se ne è andata: il paese è sconvolto. In molti si sono avvicinati alla zona delimitata dalle forze dell’ordine e di protezione civile.

Sul posto, nel pomeriggio, è arrivato anche il fidanzato Francesco Guerra: a dargli la terribile notizia è il comandante della Stazione dei carabinieri di Cupramontana Luca Martarelli: “Ci dispiace ragazzo, è andata così”.

Francesco, che qualche minuto prima stava rilasciando un’intervista sulla striscia quotidiana de “La Vita In Diretta” , non è stato fatto avvicinare al luogo della tragedia ed è rimasto in macchina.

“Purtroppo Mariya non è più tra noi – commenta il sindaco Luigi Cerioni –  In questi momenti di sconforto e di profondo dolore rivolgiamo un forte e commosso “abbraccio” alla mamma, alla famiglia Dottori e a tutti i familiari”.

 

Chiara Cascio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.