Morro d’Alba, carabinieri smantellano truffa: denunciate quattro persone - Password Magazine

Festival Pergolesi

Morro d’Alba, carabinieri smantellano truffa: denunciate quattro persone

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MORRO D’ALBA – I Carabinieri della Stazione dei carabinieri di Morro d’Alba, al termine di una meticolosa e certosina attività di indagine hanno denunciato a piede libero quattro persone – tre uomini ed una donna  rispettivamente di 19, 48, 43 e 30 anni –  residenti in altre Regioni per il reato di concorso in truffa.
I fatti risalgono al mese di febbraio scorso quando un 44enne, residente in un Comune della Vallesina, pubblicava su un noto portale un annuncio di vendita di alcuni mobili.

Gli indagati agendo in concorso tra loro, con artifici e raggiri, tramite contatto telefonico con la vittima, nel simulare interesse per l’acquisto degli oggetti da questi posti in vendita e nel contrattare le modalità di pagamento, sono riusciti a convincerla a recarsi presso uno sportello bancomat delle Poste Italiane, al fine di ricevere in accredito la somma pattuita.

Purtroppo ciò non si verificava in quanto la vittima è stata indotta in errore circa la serietà dell’offerta di acquisto e le corrette modalità di ricezione del corrispettivo. Il 44enne, convinto di ricevere denaro seguendo al telefono le istruzioni impartitegli dal finto acquirente, in realtà ha effettuato nove ricariche di 4 carte prepagate postepay, per un importo complessivo di poco più di 2000 euro, procurandosi in tal modo un ingiusto profitto con pari danno alla parte offesa.
Sulla base delle informazioni raccolte nella denuncia sporta, i Carabinieri della Stazione CC di Morro d’Alba davano avvio all’attività di indagine in stretto e costante coordinamento con la Procura della Repubblica del Tribunale di Ancona, riuscendo così a risalire agli effettivi intestatari dei mezzi elettronici di pagamento e procedendo ad eseguire il sequestro preventivo dei conti correnti abbinati alle Postepay al fine di interrompere ulteriori condotte criminose ed il conseguente trasferimento di danaro.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.