Polveri sottili, contributo fino a 1500 euro per l'installazione di filtri

JESI – L’Amministrazione comunale concederà un contributo del 50% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 1500 euro, per l’installazione di filtri antiparticolato presso pizzerie, ristoranti e panificatori che utilizzino forni a legna.

Lo ha deciso il Consiglio comunale che, nella sua ultima seduta, ha destinato 30 mila euro per il relativo bando che sarà pubblicato a giorni.

Sullo sfondo la scadenza del prossimo 31 dicembre, termine entro il quale le attività produttive della città che si servono di biomassa legnosa per la cottura dei cibi debbono obbligatoriamente dotarsi di sistemi di abbattimento di almeno l’80% delle polveri sottili emesse.

Ad oggi sono state 11 le autodichiarazioni di attività produttive che hanno dichiarato di utilizzare forni a legna, sulla base del censimento disposto ad inizio anno, ma si ha ragione di ritenere che si tratti di un numero che non esaurisca l’insieme di questo tipo di attività.

Il contributo è riservato esclusivamente alle attività di panificazione e ristorazione, comprese pizzeria al taglio e rosticcerie che si avvalgono di biomasse legnose per la cottura. Gli interessati dovranno presentare domanda ai sensi del bando pubblico di prossima emanazione dove saranno indicate modalità, forme e documentazione richiesta. Saranno riconosciute come finanziabili, fino ad un massimo di 1500 euro le spese relative sia all’acquisto del dispositivo antiparticolato che alla realizzazione delle opere di installazione dello stesso.

Nell’assegnazione del contributo verrà assegnato un diritto di precedenza ai titolari delle attività produttive che hanno già presentato l’autodichiarazione. Dopo tale prima assegnazione si procederà ad attribuire i fondi rimasti secondo l’ordine di prenotazione delle domande di finanziamento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*