Staffolo ricorda Aldo Moro nel centenario della nascita

STAFFOLO – Sono Agnese Moro (figlia dello statista del quale ricorrono i 38 anni della tragica scomparsa), Manlio Milani (Presidente  dell’Ass.ne Vittime Strage Piazza della Loggia di Brescia) e Paolo Silva (Vicepresidente dell’Ass.ne Vittime Strage di Piazza Fontana a Milano) gli ospiti che sabato prossimo 14 marzo a Staffolo porteranno le loro testimonianze e dialogheranno con i ragazzi delle scuole della Vallesina per la quinta edizione della giornata in ricordo di Domenico Ricci, l’Appuntato dei Carabinieri capo scorta dell’on. Moro, trucidato in via Fani.

L’appuntamento, che si terrà presso il Teatro Cotini a partire dalle 9,30, vuole essere come da tradizione un momento per “fare memoria” del sacrificio degli eroi noti e non del nostro Paese, fare il punto sulla ricostruzione e l’iter giudiziario degli anni di piombo (anche sulla scia delle recenti parole della Presidente della Camera Laura Boldrini circa la desecretazione dei documenti inerenti) ma, soprattutto, mettere in luce e rafforzare i valori di democrazia, dialogo e convivenza della quale gli ospiti di questa edizione e Giovanni Ricci (figlio di Domenico Ricci) sono instancabili ambasciatori.

Non è un caso che per dare il titolo alla giornata sia stata scelta una frase quanto mai significativa di Aldo Moro, di cui quest’anno cade anche il centenario della nascita: “La verità è sempre illuminante. Ci aiuta ad essere coraggiosi”.

Numerose le adesioni già arrivate dalle scuole della Vallesina. In programma anche la proiezione di una serie di lavori documentaristici realizzati dagli studenti dell’Istituto Superiore “Galilei” di Jesi e delle Scuole Medie Inferiori di Monte Roberto.

“E’ sempre con emozione che saluto questo evento cui, insieme a tanti amici della Vallesina, abbiamo dato vita ormai cinque anni fa e che cresce anno dopo anno nella consapevolezza dei cittadini e dei giovani– spiega Giovanni Ricci -. Sin dal primo momento siamo stati certi che fosse nostro dovere impegnarci affinché non si perda il ruolo di maestra della nostra storia collettiva, ricordando e ricostruendo quegli anni per le giovani generazioni ma soprattutto coltivando i valori che da quegli anni terribili e dal sacrificio di tante vite sono poi divenuti i capisaldi della nostra democrazia. E’ per me un grande piacere avere come ospiti amici della sensibilità e della cultura di Manlio Milani, Paolo Silva e Agnese Moro. Ai giovani ed a noi stessi dobbiamo rinnovare costantemente gli esempi di alta moralità, di senso dello Stato e di amore per il bene comune”.

La manifestazione è organizzata dai Comuni di Staffolo e San Paolo di Jesi insieme alla Fondazione Domenico Ricci e alla Sezione di Staffolo e San Paolo dell’Ass.ne Carabinieri in congedo, nonché resa possibile dal sostegno di BCC di Filottrano, Fondazione Carifac e Hotel Federico II, con i patrocini di Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Regione Marche, Provincia di Ancona, Associazione Nazionale Carabinieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.