Via ai lavori per altri 5 chilometri di piste ciclabili | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Via ai lavori per altri 5 chilometri di piste ciclabili

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Altri 5 chilometri di piste ciclabili in città entro la fine dell’estate. L’Amministrazione comunale ribadisce il proprio impegno verso una mobilità più sostenibile e dà seguito alla scelta di investire almeno 150 mila euro l’anno per realizzare percorsi alternativi a quelli del traffico veicolare che possano mettere nelle condizioni i cittadini che scelgono di muoversi sulle due ruote di farlo in piena sicurezza.

Assegnati già i lavori con gara d’appalto, ottenuto anche un contributo regionale di 40 mila euro, l’intervento partirà non appena formalizzate gli atti amministrativi necessari e comunque entro il mese di aprile.
Sulla base del progetto redatto dall’Area Servizi Tecnici, il nuovo tratto di pista ciclabile si snoda lungo la zona dell’asse sud, collegando l’area di via Roma fino ad oltre il Centro Ambiente dietro al campo Boario.
Il cantiere prenderà le mosse dalla fornace sotto il Parco del Ventaglio, dove già termina uno dei percorsi della pista ciclabile esistente. Qui, passando per via dei Fornaciai raggiungerà via Roma raccordandosi poi con la pista ciclabile presente dietro l’Asiago che sarà adeguatamente risistemata e che arriva in via del Molino. Il progetto prevede qui un nuovo percorso dedicato che si sviluppa nell’area adiacente la piscina comunale e che sarà adeguatamente illuminato. Quindi, con una corsia riservata nella parte finale di via del Molino raggiungerà via Gallodoro, all’altezza della rotatoria dell’Asur di via Guerri.
A questo punto la pista si sdoppia proseguendo su via del Prato, sviluppandosi ai rispettivi lati delle due carreggiate, ciascuna riservata allo stesso senso di marcia dei veicoli, così da evitare cordoli e sfruttare, almeno su un lato, l’ampio marciapiede presente che sarà leggermente ampliato.
Proprio il marciapiede, stavolta quello di destra a scendere, largo già 4 metri, ospiterà la pista ciclabile nel tratto successivo dove la strada cambia nome – da via del Prato a via XXIV Maggio – e che va dalla chiesa di San Sebastiano fino all’incrocio con via Ricci. Da qui la pista non proseguirà su viale Don Minzoni, ma si manterrà sul tratto di via XXIV Maggio che prosegue verso piazzale San Savino da dove, attraverso l’area del campo Boario, giungerà dietro il Centro Ambiente per immettersi in viale Don Minzoni all’altezza del fosso Granita.
Cinque chilometri complessivi, tutti in piano, per agevolare e mettere in sicurezza il passaggio delle biciclette in una zona a traffico particolarmente sostenuto, dove proprio le due ruote potranno in futuro rappresentare una valida alternativa nei tragitti casa-lavoro/scuola-casa.
Non solo: a breve partiranno i lavori per realizzare una pista ciclabile così da bypassare la zona interporto e collegare pertanto il tratto a monte con quello a valle del centro intermodale. Tale intervento, per circa 100 mila euro di cui 70 con contributo regionale, garantirà di poter raggiungere il mare su un percorso ciclabile in piena sicurezza, senza dover più passare lungo la vecchia provinciale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.