Elica, stabilimento Cerreto d'Esi verso la chiusura. Il sindaco: «Inaccettabile» | Password Magazine

Elica, stabilimento Cerreto d’Esi verso la chiusura. Il sindaco: «Inaccettabile»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Foto dal presidio di Mergo

CERRETO D’ESI – «Apprendiamo con sconcerto la comunicazione del nuovo assetto organizzativo di Elica s.p.a. che prevede la delocalizzazione del 70% della produzione, la chiusura totale del sito di Cerreto d’Esi e di interi reparti a Mergo, con il contestuale esubero di 400 persone». Così il sindaco di Cerreto D’Esi David Grillini: «Come amministrazione comunale, esprimiamo immediatamente netta contrarietà a questo piano aziendale – dichiara -.  Vogliamo ricordare che lo stabilimento di Cerreto d’Esi occupa, attualmente, circa 100 persone. Esprimiamo la totale solidarietà a questi lavoratori e alle loro famiglie. Ci uniremo alla battaglia sindacale che scaturirà da questa decisione, che riteniamo totalmente dannosa per Cerreto e per tutta l’area montana.

il sindaco David Grillini
David Grillini, sindaco di Cerreto d’Esi

«Consideriamo assolutamente inaccettabile che si continui a depauperare il tessuto produttivo cerretese, già duramente provato dalla crisi industriale dello scorso decennio – aggiunge -.  La nostra comunità tutt’ora ne sta pagando le conseguenze, fortemente accentuate dalla pandemia. Questa chiusura si potrebbe rivelare come un colpo fatale alla nostra comunità. A tal proposito chiediamo, con la massima urgenza, l’istituzione di un tavolo anti – crisi in Regione Marche, con il coinvolgimento della Regione, dell’azienda e delle sigle sindacali. Noi faremo la nostra parte per il bene della comunità».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.