Insieme per Monte Roberto: «Sindaco Martelli, se ci sei batti un colpo!» | Password Magazine

Insieme per Monte Roberto: «Sindaco Martelli, se ci sei batti un colpo!»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MONTE ROBERTO –  «Sindaco Martelli, se ci sei batti un colpo. Questa è l’esortazione che arriva dai cittadini di Monte Roberto ed è anche quello che si riscontra, come consiglieri di minoranza, durante lo svolgimento dei consigli comunali».  A parlare è il gruppo consiliare di minoranza Insieme per Monte Roberto. Il 29 marzo si è svolto infatti l’ultimo consiglio comunale dove è stato approvato il bilancio di previsione 2021/2023 nonché il DUP (documento unico di programmazione): «E’ questa l’occasione in cui il Sindaco in primis, lasciando poi spazio ai vari assessori per gli approfondimenti, deve portare a conoscenza tutto il consiglio comunale sulle strategie messe in atto dalla propria Giunta, sulla volontà di finanziare alcuni progetti a discapito di altri, sulle tariffe, sul progetto politico che si intende perseguire e sono queste le occasioni in cui il dibattito politico si snoda su posizioni diverse tra maggioranza e minoranza – spiega la minoranza -. Nel documento presentato dalla Giunta si illustrano diversi argomenti. Partiamo dalla questione della scuola secondaria di primo grado dicendo che, il passaggio dal grado di progettazione preliminare al definitivo ci trova d’accordo, ma diciamo anche che è ora di farla finita con questo clima di scontro perenne che emerge anche sui social. Al Sindaco e agli assessori abbiamo fatto più volte la stessa domanda: “Nel dubbio che la scuola potesse essere sicura o no, voi cosa avreste fatto nel frattempo? Avreste lasciato tutti lì dentro in attesa di portare avanti i vari gradi di progettazione, di trovare le risorse finanziarie per poi ricostruire la nuova scuola (cinque o sei anni?) o vi sareste adoperati per mettere in sicurezza alunni e personale? Ovviamente a questa domanda non è giunta mai risposta!».

Detto questo, Insieme per Monte Roberto affronta la questione legata alla criticità denunciata dalla Giunta che è legata allo scioglimento dell’Unione: «Va ricordato che se ciò è accaduto, è stato per volontà dell’amministrazione Martelli e che nessuno li ha obbligati. Leggendo il documento presentato dalla Giunta risulta evidente il livore nei riguardi della precedente amministrazione ma, cosa ancor più grave nei riguardi dell’attuale  Sindaco di Castelbellino nonché liquidatore dell’Unione chiusa a settembre 2020. Qui si capisce la differenza tra una amministrazione e l’altra. Siamo passati dall’avere due amministrazioni che hanno provato a costruire un percorso rivolto a creare un’unica comunità, già per certi aspetti unita sotto tanti punti di vista come ad esempio la scuola, le attrezzature sportive, il cimitero, la chiesa, ecc…, alla minaccia delle carte bollate. Tutto questo è inaccettabile perché la divisione in fazioni all’interno della stessa comunità non porta mai nulla di buono. Di questo i cittadini di Monte Roberto ma soprattutto quelli di Pianello, se ne dovranno render conto e ne dovranno fare tesoro!».

Riguardo al problema della carenza di personale negli uffici: «Crediamo che solo in parte tale problema possa essere risolto con la partecipazione al progetto regionale che riguarda gli over 30, progetto al quale tra l’altro il comune di Monte Roberto aderisce dal 2018. In questo ambito, ed anche in vista dei prossimi imminenti pensionamenti, sarebbe ritornata utile l’Unione per evitare il blocco delle assunzioni  ed avere le risorse necessarie grazie ai trasferimenti che il ministero mette a disposizione. Non si vede un minimo stralcio di progetto politico che abbia una direzione. Si tenta di risolvere il problema della Polizia Locale tentando una convenzione con l’Unione dei comuni della media Vallesina quando la stessa unione è in forte difficoltà. Nel DUP non c’è una parola su possibili convenzioni con Jesi, su un progetto di fusione con altri comuni, non c’è nulla!».

Infine: «Concludiamo convenendo che tra le criticità c’è sicuramente quella legata alla pandemia che ha colpito tutti indistintamente sia sul piano sanitario sia su quello sociale ed economico: i numeri dei deceduti, dei contagiati e delle persone in quarantena ci dicono che, purtroppo, essendo ancora in una situazione di pericolo, è necessario continuare a rispettare le misure di sicurezza che il ministero della sanità ci impone e ad aumentare il numero dei vaccinati. Solo così potremmo riuscire, in un periodo relativamente breve, a tornare ad avere quel minimo di normalità che tutti auspichiamo. Una critica va fatta verso la mancata comunicazione dei dati relativi ai positivi ed alle persone in quarantena. A nostro avviso questa comunicazione sarebbe stata utile per sensibilizzare la cittadinanza al rispetto delle regole. Per quello che riguarda gli aspetti economici, sarà necessario capire se, a conti fatti, i ristori del governo saranno sufficienti a coprire in tutto o in parte i mancati introiti e le spese sostenute dagli enti locali durante la pandemia. Con l’occasione siamo ad augurare una Buona e Serena Pasqua! Il gruppo consiliare di “INSIEME PER MONTE ROBERTO”».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.