Jesi in Comune: "Un rito purificatorio a forma di parco giochi" | | Password Magazine

Jesi in Comune: “Un rito purificatorio a forma di parco giochi”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Di seguito, pubblichiamo la nota stampa arrivata da Jesi In Comune:
“In questi ultimi giorni si è parlato in vario modo e a vario titolo in città di “integrazione”. A Jesi in Comune piace di più parlare di “inclusione”, ma ad ogni modo, dopo tante parole e soprattutto tante buone intenzioni (come quelle avanzate dall’ assessore alla Cultura in occasione della settimana contro il razzismo) ecco che appena capita la prima occasione, la prima opportunità per dare concretezza ai bei propositi, tutto svapora. “Parco giochi primo sport” appena presentato dall’attuale Amministrazione Comunale, che sarà realizzato nei pressi del Palatriccoli (e che – sebbene finanziato dalla Fondazione Cardinaletti – sarà a tutti gli effetti un’opera pubblica ci dicono, dunque sarà un “bene comune”). Perché proprio al Palatriccoli? Chi (e come) ha deciso la collocazione? Perché privilegiare quella parte della città e non altre? O per lo meno: perché solo quella? Ad esempio, non si poteva pensare di farne due (grandi la metà) e collocarne uno al Palatriccoli ed un altro in quei quartieri della città che si vogliono integrare? Se c’è una cosa che fa bene all’integrazione è proprio la possibilità di socializzare nel gioco (e con il gioco) fin dalla più tenera età. Allora, perché non offrire le stesse opportunità a tutti i bambini della città? Se, per fare un esempio, uno di questi “parchi giochi” fosse stato collocato in una zona al confine tra quartiere “S. Giuseppe” e quartiere “Prato” non sarebbe stata una cattiva idea. Si parla di una spesa di 200mila euro per questo “Parco giochi” al Palatriccoli, allora proponiamo Giunta Bacci: fatene due da 100mila euro l’uno. Fate un gesto concreto per le aree della città considerate “brutte, sporche e cattive”. Siamo certi che un gesto di questo genere sarebbe molto molto più efficace di cento riti purificatori”.

Comunicato da: Jesi In Comune

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.