Jesi, la Giunta illustra gli interventi in programma per i prossimi cinque anni | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Jesi, la Giunta illustra gli interventi in programma per i prossimi cinque anni

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Il sindaco di Jesi Massimo Bacci e la Giunta comunale hanno illustrato illustrate ieri sera durante l’assemblea pubblica indetta a Palazzo dei Convegni le linee generali del programma di mandato 2017-2022.

Davanti a un interessato pubblico di cittadini, tutti gli assessori, uno ad uno e moderati dal presidente del Consiglio comunale Daniele Massaccesi, hanno messo nero su bianco quali saranno gli obiettivi da raggiungere e gli interventi che riguarderanno la città nei prossimi cinque anni.

Cultura

Consolidare e ricostruire l’identità culturale di Jesi e del suo territorio: è il risultato che intende raggiungere l’assessore alla Cultura Luca Butini attraverso un programma che vedrà i primi frutti già nei prossimi mesi, con l’inaugurazione del Museo Archeologico.

Tra i punti più interessanti, in un’ottica di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, la possibile fruizione della cisterna romana.

Da segnalare anche l’istituzione di una sala prove musicali, una per la cinematografia indipendente e la realizzazione di un centro cittadino di co-working.

Governo del Territorio e Lavori Pubblici.

Dal punto di vista della pianificazione territoriale e delle opere pubbliche, nell’elenco degli interventi presentati dall’assessore Roberto Renzi, c’è la revisione delle previsioni del vigente strumento urbanistico che riguardano diverse aree della città: dalla zona dell’ospedale, con il problema dei parcheggi da affrontare insieme all’Asur, al viale della Vittoria,  dove andrà migliorata la viabilità realizzando delle rotatorie nel tratto del Tornabrocco.

Altri interventi da segnalare riguarderanno l’ex Sadam, centro che dovrà accogliere anche attività commerciali culturali ed impiantistica sportiva. Per quanto riguarda i lavori pubblici saranno destinate risorse alla sicurezza urbana con il potenziamento della videosorveglianza l’adeguamento della segnaletica stradale e l’istallazione di semafori intelligenti in raccordo con la riqualificazione energetica della pubblica illuminazione.

Oltre ai progetti di supporto al Welfare, tra le opere pubbliche, in programma il restyling di Corso Matteotti, Piazza Pergolesi e Piazza Repubblica.

C’é anche il PEBA, il piano abbattimento barriere architettoniche sulle vie e sugli edifici pubblici, con attuazione di relativi progetti di stralcio. Proseguiranno inoltre le attività di manutenzione e messa in sicurezza dei plessi scolastici, con verifiche di vulnerabilità sismica e adeguamento degli impianti alla normativa antincendio. Nell’edilizia scolastica, previsto anche il completamento della nuova Lorenzini in via Schweitzer, dotata anche di una palestra che potrà essere usufruita dalla cittadinanza per attività extra scolastiche.

E si arriva dunque allo Sport.

Oltre alla Palestra Lorenzini, l’assessore Ugo Coltorti pensa già al nuovo PalaScherma, cornice ideale per il Club Scherma Jesi, eccellenza non solo locale ma nazionale. «I contenuti ci sono: l’attività sportiva, che dà benessere alla collettività, è praticata da oltre il 40% della popolazione – sono le parole di Coltorti – Ora ci concentreremo sui contenitori». Per quanto riguarda il Turismo e il Commercio,  da segnalare l’ampliamento dell’area sosta camper, la valorizzazione dei luoghi attraverso nuova segnaletica stradale, il  progetto del Polo Enogastronomico e il potenziamento delle attività dell’Ufficio Turismo. Ci sarà spazio anche per la valorizzazione del mercato delle Erbe e miglioramenti nell’organizzazione delle Fiere di San Settimio.

Ambiente 

Minimizzare l’impatto dell’uomo sull’ambiente, coinvolgendo e responsabilizzando la comunità verso uno sviluppo sostenibile è l’obiettivo dell’assessore Cinzia Napolitano che punta alla realizzazione del Bici Plan, al completamento del progetto della pista ciclabile e alla realizzazione del Distretto cicloturistico Vallesina, all’approvazione del Piano Mobilità urbana, all’adozione del Contratto di fiume.

Sarà revisionato anche il sistema della sosta e installate colonnine di ricarica auto elettriche.

Associazionismo e Terzo Settore

L’assessorato di Paola Lenti appartiene e riguarda “tutti i cittadini”, come ha lei stessa detto. Alla base il coinvolgimento della comunità e la partecipazione: per questo, ci si occuperà di sviluppare e valorizzare i comitati di quartiere, migliorare il coinvolgimento dei giovani attraverso proposte formative, promuovere il servizio civile universale, rivisitare l’albo delle associazioni, potenziare lo Sportello Unico alle Associazioni, elaborare un nuovo regolamento per l’assegnazione degli spazi e benefici pubblici.

Welfare

L’assessore Maria Luisa Quaglieri ha dettato le linee del programma dei prossimi cinque anni che riguarderanno i servizi sociali e sanitari, a difesa e supporto delle persone che si trovano ai margini.
Sul centro regionale residenziale “Azzeruolo“, manca l’ultimo tassello, l’accreditamento regionale, e poi potrà ufficialmente entrare in funzione: «Ce ne stiamo occupando e cercheremo di sollecitare il completamento della pratica» sono le parole della Quaglieri. C’è poi il progetto “Dopo di Noi” e l’apertura di una nuova residenza comunità alloggio per soggetti disabili, grazie all’acquisizione da parte dell’ Asp di un’ulteriore struttura. In programma, la messa in funzione del “Centro Diurno per Alzheimer” che sarà ricavato nel monastero di via San Marco e la regolamentazione di una conferenza dei Sindaci. Progetti anche di sport e integrazione, con percorsi di inserimento lavorativo ed inclusione sociale di persone disabili con disagio psichico e migranti .

Servizi educativi e politiche giovanili

Scuola e famiglia al centro della strategia messa in campo dall’assessore Marisa Campanelli. Tra le novità in arrivo: uno sportello di ascolto per genitori; innalzamento esenzione ISEE per mensa e trasporto sociale; l’istituzione dell’albo comunale baby sitter; progetti sul bullismo e sulla prevenzione di violenza di genere razzismo e discriminazione. Per le politiche giovanili: verifica e attività ed eventuale potenziamento dell’Informagiovani e dei CAG; progetto la “Terra di mezzo” per la prevenzione del suicidio dei comportamenti autolesionistici negli adolescenti; “fiocchetto Lilla” contro i disturbi alimentari. Per le Pari opportunità, si penserà al potenziamento delle attività dello Sportello Antiviolenza, l’istituzione di una Consulta delle donne; assegnazione di nomi di donne a strade o piazze.

Bilancio

Il sindaco Bacci, con una riduzione del debito pubblico a circa 15 milioni di euro nella scorsa legislatura e un patrimonio di 100 milioni di euro, parla di virtuosità del Comune e dell’adozione di misure e collaborazioni esterne per poter investire in nuovi progetti. Tra  i provvedimenti in programma per il miglioramento del bilancio: l’ampliamento della raccolta differenziata nella zona industriale; il recupero dell’evasione tributaria; il riscatto diritto di superficie; l’ analisi di immobili concessi a terzi riduzione della spesa personale; analisi processi interni all’ente; rafforzamento uffici raccolta fondi Unione Europea; efficientamento della pubblica illuminazione; digitalizzazione dei servizi erogati; ulteriore razionalizzazione della spesa corrente e della gestione impianti termici; ulteriore riduzione dell’indebitamento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.