Nuovo allevamento polli e futuro scuola media, il Comune di Monte Roberto fa il punto | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Nuovo allevamento polli e futuro scuola media, il Comune di Monte Roberto fa il punto

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MONTE ROBERTO – Assemblea pubblica partecipata quella di ieri sera al Centro Polivalente di Pianello Vallesina. Indetta dall’Amministrazione comunale, è la terza nei primi 6 mesi di mandato. Tra gli argomenti affrontati, la questione dell’allevamento polli sul territorio comunale di Monte Roberto, in zona Passo Imperatore.

«Con l’arrivo del parere positivo della Soprintendenza alla nuova localizzazione, il Comune non ha elementi per non rilasciare il permesso a costruire – ha spiegato l’Amministrazione comunale –. Il progetto prevede la demolizione delle volumetrie esistenti dedicate all’allevamento di bovini del centro aziendale esistente (Bertrani Domains), la successiva rimozione delle macerie e dell’amianto e infine la realizzazione del nuovo allevamento avicolo di tipo convenzionale, dislocato in un’area isolata e affossata già sito estrattivo di approvvigionamento dei materiali per la realizzazione della superstrada, allontanandosi dai siti sensibili abitati». La struttura è composta da 8 capannoni aventi le dimensioni massime di 150 metri di lunghezza per 22 di larghezza. Nella conferenza dei servizi, la Soprintendenza aveva fornito indicazioni su aspetti tecnici riguardanti il verde: il progetto, dunque, prevederà anche dunque la realizzazione di un ampio oliveto, boschetti centrali a divisione in tre blocchi dei capannoni, il rafforzamento della vegetazione esistente sul perimetro della proprietà, nuovi siepi arboree. Obiettivo, non solo una mitigazione visuale e paesaggistica ma anche l’abbattimento di polveri e odori, preoccupazione principale per i residenti. «Il traffico indotto (una media di 3 mezzi al giorno) – ha spiegato l’Amministrazione –  è irrilevante rispetto all’attuale. Inoltre, gli studi previsionali fatti dimostrano che non ci saranno superamenti dei limiti di riferimento, con risultati approvati da Asur e Arpam».
Secondo tema affrontato è quello della scuola media Giovanni Pascoli, chiusa per vulnerabilità sismica. Mentre è stato indetto un tavolo di confronto tramite avviso pubblico per la realizzazione di un nuovo Polo scolastico, l’Amministrazione comunale sta valutando, di concerto con i Comuni di Castelbellino e San Paolo di Jesi, l’impiego per l’anno 2020/2021 di alcuni spazi all’interno del centro aggregativo gestito dalla parrocchia di San Benedetto Abate di Pianello Vallesina, oggi utilizzati per il catechismo. «Obiettivo è riportare tutti gli alunni dell’Istituto Beniamino Gigli a Pianello Vallesina – ha affermato l’Amministrazione -. Le quattro stanze del centro aggregativo potrebbero ospitare 4 classi elementari in modo da poter utilizzare le 12 aule dei due plessi dell’attuale scuola primaria per gli alunni delle medie». Si resta in attesa delle valutazioni del vescovo e del Cei (conferenza episcopale italiana), condizione sine qua non per l’utilizzo dei locali parrocchiali per l’attività scolastica, in un contesto di couso delle strutture. D’altra parte, il Comune di Monte Roberto metterà a disposizione gratuita per il catechismo e altre attività parrocchiali spazi limitrofi alla stessa infrastruttura quali locali del centro polivalente, biblioteca e Cag. L’assemblea è stata occasione anche per affrontare questioni come il cambio gestione del centro aggregazione giovanile, che da febbraio riaprirà con la cooperativa Koine in una nuova veste, comprendendo anche un centro lettura e attività rivolte alla fascia 6-18 anni; viabilità e interventi di manutenzione di strade, parcheggi e fermate autobus per cui il Comune ha già ottenuto un finanziamento di 40 mila euro; obiettivi raggiunti e progetti futuri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.