Pieralisi e Askoll insieme per educare alla mobilità sostenibile | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Pieralisi e Askoll insieme per educare alla mobilità sostenibile

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La mobilità è ormai da tempo orientata alla sostenibilità. L’attenzione per l’ambiente e la necessità di fare ricorso a nuove forme di energia hanno determinato il corso irreversibile del mercato delle due e quattro ruote verso i motori elettrici.

Il Gruppo Pieralisi di Jesi, da sempre attento all’innovazione e sensibile alle tematiche dell’ambiente, ha sposato in pieno il concetto di mobilità elettrica avviando una collaborazione con la Askoll, azienda vicentina leader nella produzione di motori elettrici e oggi lanciata nella grande sfida per la realizzazione di veicoli elettrici di elevata qualità e costi di gestione prossimi allo zero.

E’ un atto di umiltà e di coraggio quello del Gruppo Pieralisi, tra i principali attori del mercato automobilistico del territorio da 50 anni, nello sposare il progetto di mobilità intelligente creato dalla Askoll che coniuga le esigenze del consumatore e quelle del pianeta. Conciliare risparmio, qualità e sostenibilità è il grande obiettivo.

Sono già usciti (con grande successo di vendite) i primi modelli di scooter elettrici e biciclette a pedalata assistita: con un’ autonomia di percorrenza fino a 100 km, i costi per le ricariche ogni 100 km vanno da soli 5 centesimi di euro per la bicicletta a 30 centesimi di euro per il motorino. In pratica la spesa per il “carburante” si riduce a pochi euro all’anno. A questo si aggiungono i risparmi derivanti dal taglio di costi aggiuntivi come bollo, assicurazione e revisione. Un bel risparmio per il portafogli, oltre che un contributo concreto alla salvaguardia dell’ambiente.

Ma non è tutto: prossimamente Askoll debutterà anche nel settore delle quattro ruote, con un modello di auto elettrica dai costi e dai consumi bassissimi, che promette di imprimere la svolta decisiva al mercato italiano della mobilità sostenibile.

Nella convinzione che il mercato sia ormai orientato verso l’elettricità, la decisione di aprire il corner ufficiale dedicato alla Askoll in esclusiva per la provincia di Ancona e presentato oggi alla stampa jesina, alla presenza di ospiti di riguardo, come il ciclista Michele Scarponi, il motociclista Alex Polita e il pilota automobilistico Enrico Fulgenzi. Tre campioni dello sport che hanno prestato volentieri il proprio volto a questi veicoli innovativi.

Presente alla conferenza anche l’assessore ad ambiente ed energia del Comune di Jesi Cinzia Napolitano che, dall’inizio del suo mandato si è spesa con impegno nella direzione dell’energia pulita e della mobilità sostenibile.

Padrone di casa è Giovanni Pieralisi, responsabile commerciale del gruppo: «Da tempo le case automobilistiche stanno concentrando i propri sforzi verso la mobilità elettrica, però finora era sempre mancata la volontà di realizzare prodotti realmente competitivi sul piano dei prezzi. In altre parole, per avere un motore elettrico valido bisognava avere un bel portafogli. Oggi noi vogliamo educare il cliente a scegliere la giusta propulsione in base ai suoi movimenti. Se devo spostarmi per un tragitto lungo, o se piove ed è freddo, devo scegliere un motore termico. Ma se le condizioni lo consentono e devo fare brevi spostamenti, all’interno della città o nelle immediate vicinanze, devo imparare a scegliere la propulsione elettrica, più sostenibile per l’ambiente e conveniente per le mie esigenze»

«La nostra azienda si occupa di sviluppo tecnologico da 30 anni -dice Gianfranco Nanni, Responsabile Marketing e Comunicazione Askoll nel presentare il suo marchio- i nostri motori sono presenti all’interno delle più importanti marche di elettrodomestici, probabilmente ognuno di voi ha in casa uno o più motori Askoll, se non ci avete mai sentito nominare è perchè non vi hanno mai dato problemi. Oggi abbiamo deciso invece di mettere la firma su un progetto che affronta i paradossi della mobilità. Il risultato è una serie di veicoli a bassissimi consumi, costi di gestione prossimi allo zero, prezzi basti e con tutti i vantaggi dei motori elettrici. I prodotti sono interamente fatti in casa, dal motore al telaio, dalle finiture alla batteria. Veicoli fatti per durare in eterno o fino a che il cliente lo vorrà».

«Esprimo il massimo apprezzamento per questo progetto -dice l’Assessore Napolitano- che è sì coraggiosa, ma anche responsabile. Sin dall’inizio del mandato abbiamo investito nella stessa direzione con piste ciclabili e iniziative di risparmio energetico. Abbiamo anche adottato mezzi elettrici per il comune e stiamo pensando addirittura di mettere parcheggi gratis per chi ha auto elettriche. Il petrolio è anacronistico, il futuro è alternativo».

«Avessi conosciuto Askoll prima del Giro d’Italia avrei fatto meno fatica» scherza Michele Scarponi, che poi torna serio per sottolineare: «Un ciclista conosce bene la libertà di spostarsi in bici, la bellezza del silenzio e dell’aria addosso. Queste bici hanno anche il merito di permettere agli anziani di pedalare con relativa facilità»

«Sono contento di prestare il mio volto a questo progetto -gli fa eco Alex Polita- il nostro sport è sempre più orientato all’elettricità, inoltre sono anch’io convinto dell’importanza di imparare a muoversi in modo alternativo in città».

«Il motorsport -prosegue Enrico Fulgenzi- ha da sempre anticipato l’evoluzione del mercato. Penso ad esempio alle cinture di sicurezza o all’abs, che oggi sono di uso comune, ma che nascono nell’automobilismo. E così vedo che sempre di più il Motorsport guarda all’elettrico, basti pensare che oggi anche le auto di Formula Uno sono per metà termiche e per metà elettriche».

Dopo la presentazione, spazio alle prove su pista dello scooter e delle bici. Ovviamente Polita e Fulgenzi hanno subito voluto provare le prestazioni del motociclo, mentre Scarponi si è lanciato in una pedalata con la bici Askoll esaltandone la leggerezza e la praticità.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.