Serata in musica con Alexia, il pensiero va ad Alessia Polita | Password Magazine
Festival Pergolesi

Serata in musica con Alexia, il pensiero va ad Alessia Polita

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI  – Grande successo per “Io No”, concerto di fine anno della Scuola Musicale ‘G.B.Pergolesi’ di Jesi con il patrocinio del Comune di Jesi e della Provincia di Ancona che giovedì scorso ha riempito piazza della Repubblica, a Jesi. Il cuore antico della città ha pulsato e ballato assieme a circa 700 spettatori che hanno ascoltato il ricco repertorio dedicato alla carriera musicale di Alessia Aquilani, Alexia, ospite d’onore di una serata di musica, spettacolo, colori e divertimento dedicata ad Alessia Polita, la pilota ventisettenne jesina coinvolta in un drammatico incidente sabato scorso sul circuito di Misano.

“Questa serata Alessia è per te, torna presto tra noi!” ha detto il presentatore Andrea Valeri, dedicando il successo di “Io No” alla giovanissima jesina che si trova ancora ricoverata all’ospedale di Cesena. 

Dinamica e disponibilissima, Alexia si è fatta amare dal pubblico e soprattutto dai ragazzi che hanno suonato e cantato 14 dei suoi più grandi successi, da “Happy” (riproposta anche per il bis) a “Ti amo ti amo”, da “Egoista” a “Grande Coraggio”, “Non ti dimenticherò”, “Uh la la la”, “Per dire no”, “Non lasciarmi mai”.

Sul palco, un centinaio di allievi della Scuola Pergolesi delle sezioni classiche. Gran finale a sorpresa con un assaggio di “Io No”, canzone che da il titolo al concerto e che traina il nuovo disco di Alexia “iCanzonissime”, una raccolta di cover e brani riarrangiati, già in vendita in tutti i negozi. “Suonare accanto a questi ragazzi è un’emozione fortissima – dice Alexia dal palco di piazza della Repubblica – le mie canzoni oggi hanno assunto una veste nuova e più fresca ricantate e risuonate da questi giovani che, ve lo dico, avranno un futuro nella musica!”. Consolidata la collaborazione tra l’Istituto musicale Pergolesi e l’Oikos onlus. Sul palco anche il presidente della onlus, don Giuliano Fiorentini che ha spiegato la mission di Oikos e il progetto di una casa accoglienza per ragazzi in difficoltà che sta sorgendo a Ponte Pio e per il quale si sta avvindo una raccolta fondi.

Comunicato da: Scuola Musicale G.B. Pergolesi – testi e foto a cura di Talita Frezzi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.