Polizia, più controlli e misure di prevenzione nella lotta al crimine | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Polizia, più controlli e misure di prevenzione nella lotta al crimine

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Controlli a tappeto sul territorio e attività di vigilanza nelle zone sensibili, avvalendosi di mezzi innovativi e efficienti. Più sicuri dunque grazie all’operato degli  agenti del Reparto prevenzione crimine di Perugia che presidieranno per alcuni giorni le strade e le zone sensibili della città e dei paesi limitrofi in rinforzo ai colleghi jesini. Ad annunciarlo è il Commissario Antonio Massara che stamane ha già illustrato i primi risultati della task force della polizia:  “Ci sono in città 21 agenti in più, a bordo di 7 autovetture adeguate e attrezzate di strumenti all’avanguardia per l’identificazione dei soggetti – ha detto il Commissario Massara –  I controlli vengono effettuati dal pomeriggio e durano tutta la notte. Un inasprimento contro il crimine, reso possibile grazie al Questore Oreste Capocasa”.

Le misure di prevenzione sono dirette ad evitare la commissione di reati da parte di determinate categorie di soggetti considerati socialmente pericolose: in Vallesina, sono poco più di una ventina i soggetti sottoposti a misure restrittive,  una cinquantina gli avvisi orali applicati e infine una decina i sorvegliati speciali.
Grazie all’attività del Reparto di prevenzione, la Polizia ha denunciato un sorvegliato speciale che, abbandonata la sua dimora nel centro storico senza il consenso dell’autorità giudiziaria, si era dato alla latitanza risultando irreperibile per alcuni mesi: rintracciato, per il soggetto è scattato il divieto di soggiorno in Jesi.  Lotta anche al fenomeno della guida senza assicurazione: proprio ieri, nella zona di Porta Valle, sono state sequestrate due autovetture – la golf di un rumeno e la punto di un italiano – beccate non in regola con i documenti: per i due è scattata una sanzione amministrativa di 1800 euro.

E sempre gli agenti del Commissariato di Jesi – di recente trasferitosi nella nuova sede – hanno raccolto tempestivamente la segnalazione di sparatorie e agguati a colpi di Soft Air di fronte ad un bar della zona periferica di Jesi, intorno le 23.30. Scesi da un furgone, due giovani, di circa 20 anni, hanno sparato colpi a raffica contro alcuni avventori, dandosi poi alla fuga. Fortunatamente, nessuno è stato ferito. Purtroppo, però le “vittime” e testimoni non hanno saputo dare indicazioni circa l’identità dei due personaggi.

Chiara Cascio – chiaracascio@leggopassword.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.