Prenotazioni Cup nelle farmacie, la Giunta regionale dice ok

ANCONA – Dalla fase sperimentale, si passa alla messa in regime del sistema di prenotazione delle prestazioni Cup attraverso le farmacie. La Giunta regionale ha approvato le linee di indirizzo che consentiranno di avviare, sul territorio, una rete di farmacie a cui i cittadini potranno rivolgersi per prenotare, annullare e modificare le attività ambulatoriali richieste tramite il Centro unico di prenotazione. Questa decisione era già stata assunta con la delibera 640 del 2018 sulle liste di attesa. L’Asur provvederà alla formazione del personale delle farmacie aderenti, ai collegamenti tecnici con il Cup e all’assistenza. Il servizio sarà assicurato durante gli orari di apertura al pubblico. L’obiettivo della Regione è garantire un’opportunità in più di accesso alle prestazioni specialistiche, rispetto alla prenotazione diretta presso le strutture sanitarie o tramite numero telefonico Cup (gratuito 800.098798 o da rete mobile, con costi a carico dell’utente, 0721.1779301). Le farmacie interessate potranno aderire su base volontaria e gratuita.  

“Ai cittadini verrà assicurata una modalità di prenotazione facile e immediata, con minori disagi. Grazie alle farmacie aderenti sarà possibile aumentare l’efficienza dei meccanismi di prenotazione, semplificando e razionalizzando il sistema di accesso alle prestazioni sanitarie – commenta il presidente Luca Ceriscioli – La sanità si avvicina sempre più ai cittadini, utilizzando la capillarità della rete territoriale dei presidi sociosanitari e di servizio alla collettività rappresentata dalle farmacie”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*