Terza età, attività motoria nei parchi e campagna di prevenzione per affrontare il caldo | Password Magazine

Festival Pergolesi

Terza età, attività motoria nei parchi e campagna di prevenzione per affrontare il caldo

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Riproposta anche quest’anno l’attività motoria all’aperto rivolta agli anziani, offerta gratuitamente dalla UISP con il patrocinio di ASP Ambito 9 e in collaborazione con il Comune di Jesi e la Croce Rossa Italiana Comitato di Jesi.

44E20B88-BA20-4533-AD79-0E5DE19EA4B3
Da dx: Stefano Squadroni (UISP), Matteo Marasca (ASP), l’assessore ai Servizi sociali Maria Luisa Quaglieri e Dr. Francesco Bravi (Croce Rossa)

«Si tratta del progetto dello scorso anno sull’attività motoria per gli anziani – spiega l’assessore ai Servizi Sociali Marialuisa Quaglieri – ma rivisto in maniera più strutturata. Ringrazio il Dott. Francesco Bravi in qualità di presidente della Croce Rossa e Stefano Squadroni in quanto presidente Uisp perché insieme abbiamo costruito questa iniziativa con il patrocinio di Asp Ambito 9».

L’iniziativa prevede diversi tipi di attività fisica da svolgere in gruppi nelle aree verdi pubbliche di Jesi; quest’anno al parco del palazzetto dello Sport si aggiungono i parchi Mattei del (quartiere SMIA) e Minonna. Il servizio è gratuito, previa iscrizione alla UISP, con una tessera base con validità fino ad agosto, necessario il certificato medico. I gruppi sono già stati avviati ma è possibile ancora aggiungersi e partecipare. Il progetto inoltre sarà esteso fino alla metà di luglio.

«Abbiamo voluto estendere anche il periodo per far ritrovare la socialità agli anziani e per permettere loro l’attività fisica all’aperto – fa sapere il presidente dell’Asp Ambito 9 Matteo Marasca – Abbiamo esteso le attività anche alla zona di San Giuseppe e SMIA. È un progetto molto importante in questa fase, dopo il periodo di chiusura imposto dal covid». Il presidente UISP Stefano Squadroni spiega che ci sarà anche un’altra iniziativa dedicata agli anziani una volta finito il progetto dell’attività motoria all’aperto: «Molto dipenderà dalle ondate di caldo. Molto probabilmente, dalla metà di luglio, invece dell’attività motoria potremmo iniziare i gruppi di cammino la sera dopo cena. È una cosa ancora da programmare, prevista per 2/3 volte a settimana, con diversi punti di incontro per continuare questa socialità».

Il lunedì e il mercoledì presso il parco Mattei e il giovedì presso il Palazzetto dello sport saranno inoltre presenti operatori della Croce Rossa di Jesi per fare informazione e prevenzione per quanto riguarda i problemi legati alle ondate di caldo e su come affrontarli. Fa sapere il Presidente della Croce Rossa di Jesi Francesco Bravi: «Ritengo che questo progetto sia molto valido e ci permetterà di affrontare un periodo molto critico di caldo. Noi ci siamo dati da fare, come sempre, e cerchiamo di dare il nostro supporto. Il problema dell’ondata di calore non è nell’immediato, ma nelle complicazioni di qualche giorno. Noi proponiamo attività di prevenzione e istruzione a chi parteciperà all’attività motoria, sono cose che possono risultare banali ma non lo sono; informazioni sull’alimentazione, indumenti, per contrastare il caldo torrido».

Il problema del caldo negli ultimi giorni ha riguardato anche il punto vaccinale delle palestre di Via Zannoni. Sono stati infatti molti i malori dovuti al caldo e si è cercato di trovare una soluzione al problema. Afferma l’assessore Quaglieri: «Abbiamo fatto aprire tutte le porte delle palestre, montare 6 macchinari per l’aria fredda e dei gazebi all’entrata e abbiamo fatto allestire un frigorifero per l’area di attesa per l’acqua. Il problema è arrivato a mia conoscenza venerdì e abbiamo subito cercato delle soluzioni. Devo ringraziare la Protezione Civile perché è stata attentissima a trovare la soluzione migliore. Il volontariato, anche in questo caso, si è dimostrato eccellente. Le persone arrivano già prima dell’apertura con il timore di aspettare troppo, ma alle 13 le palestre chiudono per essere igienizzate per poi riaprire alle 14. Con la Protezione civile abbiamo concordato di far entrare le persone alle 13.45 ma consiglio alle persone che si recano al punto vaccinale di non andare troppo tempo prima dell’apertura delle palestre». E aggiunge: «La raccomandazione per le persone anziane è di uscire il meno possibile e non nelle ore calde; sul sito del Comune di Jesi si possono trovare tutti i supermercati e le farmacie che fanno consegne a domicilio. Abbiamo tutte le strutture collegate, se ci sono dei problemi i Servizi sociali sono sempre attivi. Dobbiamo essere orgogliosi perché non ci siamo mai fermati, neanche con il covid, un problema importante e ancora non superato. Il nostro obiettivo è quello di ragionare in maniera prospettica futura per ritornare alla vita».

A cura di Chiara Petrucci

 

   

     

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.