Al via tirocini formativi per persone in condizioni di disagio socio-economico

JESI – Ottimi risultati per i tirocini formativi proposti dal Comune di Jesi in sinergia con l’Asp Ambito 9 e Confindustria Marche Nord: 25 persone stanno attualmente facendo un tirocinio formativo e circa il 22% ha buone probabilità di inserimento in azienda.

A distanza di pochi mesi dall’avvio del progetto dell’emporio solidale, si possono già quantificare i primi risultati che mirano ad aiutare le persone in condizione di disagio socio-economico grazie ai tirocini formativi: «Per dare un concreto supporto alle persone abbiamo coinvolto Confindustria per poter incrociare domanda e offerta nel modo più opportuno – spiega l’assessore ai servizi sociali Marialuisa Quaglieri – mentre il comune si occupa di monitoraggio e verifica». Le persone coinvolte sono le stesse che si sono rivolte all’Asp in passato per chiedere aiuto che vengono inserite in azienda attraverso tirocini formativi: l’Asp ha un budget di 320.000€ per finanziare 1000 mesi di tirocini e le persone che ne potranno usufruire sono tra le 75 e le 150 e avranno un contributo mensile di 350€.

Si tratta di un aiuto importante perché permette alla persona di sperimentarsi e di rimettersi in gioco: «siamo partiti dalle persone con maggiori capacità lavorative – spiega Franco Pesaresi, direttore dell’Asp – trovando un ottimo riscontro nelle occupazioni proposte da Confindustria. Già 7 persone sono state prese in considerazione dall’azienda con buone probabilità di assunzione». Per far ripartire il sistema e dare un aiuto concreto alle persone in difficoltà presenti sul nostro territorio, questi tirocini sono stati un ottimo punto di partenza: «Il progetto è estremamente innovativo e l’entusiasmo dell’assessore ci ha letteralmente travolto – commenta Fabio Rosei Agabiti, presidente raggruppamento di Imprese ambito territoriale Vallesina di Confindustria Marche Nord – ed è un sistema che funziona soprattutto perché si è instaurato un solido rapporto tra pubblico e privato».

«Noi siamo contenti e orgoglio di essere attori protagonisti in un progetto così importante impegnandoci a farlo funzionare ancora meglio – conclude Mirko Panzarea del consiglio direttivo di Confindustria Marche Nord – e tenteremo sicuramente di espanderlo anche in altri territori».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*