Asp 9, illustrate le attività dei servizi sociali per l'anno 2021 | Password Magazine

Asp 9, illustrate le attività dei servizi sociali per l’anno 2021

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – È stata presentata, nella sede Asp Ambito 9 di Villa Borgognoni, la programmazione delle attività dei servizi sociali a Jesi e in Vallesina per l’anno 2021, in una conferenza stampa del Presidente dell’Asp Ambito 9 Matteo Marasca e del Direttore dell’Asp Ambito 9 Franco Pesaresi.

Uno degli obiettivi principali riguarda le Strutture Residenziali per Anziani. Saranno previsti lavori di ristrutturazione per la casa di riposo di Jesi, a cui seguirà la collaborazione con la ditta vincitrice dell’appalto per la progettazione esecutiva dei lavori. Verranno destinate risorse di bilancio per implementare e potenziare le attività relazionali e di animazione a favore degli ospiti all’interno delle strutture, al fine di recuperare la socialità e il contatto con i familiari; sarà garantita massima sicurezza e attenzione nella gestione durante l’emergenza covid.

Per quanto riguarda l’Unità Operativa Anziani, ci sarà collaborazione con il comune di Jesi per la realizzazione del nuovo Centro Diurno Demenze di via Finlandia, che ospiterà 20 soggetti, 4 in più degli attuali 16 del Centro di Via San Giuseppe. Verrà inoltre indetta una gara per la gestione del servizio Sollievo “Home Care Premium”, che prevede assistenza agli anziani, anche a domicilio, diretto a 95 beneficiari, di cui 46 di Jesi.

Tra i servizi dedicati ai minori sarà attivato il pronto intervento sociale a favore dei minori che hanno necessità di essere collocati in comunità. Verrà inoltre implementato il progetto “Sport e Integrazione”, che prevede l’inserimento in attività sportive di minori che, a causa della situazione di svantaggio sociale ed economico, non riescono ad accedervi.

Sarà riorganizzato il regolamento dei servizi a favore delle persone in condizione di disabilità residenti nei comuni dell’Asp Ambito 9 e sarà indetta una nuova gara per il progetto “Dopo di Noi”. Una delle novità rivolte alle persone con disabilità è l’avviamento dell’esperienza “Gioco Calcio”, a favore sia di minori che di adulti. L’obiettivo è quello di inserire i disabili all’interno di attività sportive, in particolare il calcio: «È molto importante perché i disabili entrano in un contesto in cui non solo possono condividere l’attività sportiva, ma anche essere partecipi di una comunità» dichiara il presidente dell’Asp Ambito IX Matteo Marasca.

Durante la conferenza sono inoltre stati illustrati i servizi riguardanti l’Unità Operativa Disagio e Povertà. Secondo quanto riferito da Asp, nel 2020 i prestiti del fondo garanzia hanno permesso a 8 famiglie di evitare lo sfratto durante l’emergenza covid e nel 2021 si prevedono contributi diretti e indiretti da erogare a circa 300 beneficiari, per un valore di circa 200.000 euro. L’Asp gestirà anche il progetto POR Marche, relativo a tirocini per inclusione sociale, formazione e orientamento. È stato rinnovato l’appalto per la Casa delle Genti, che ospita 10 soggetti senza fissa dimora, e rientra nel “Piano Freddo” a livello provinciale; infatti il piano prevede un’organizzazione per mettere in atto le iniziative finalizzate ad evitare che le persone senza fissa dimora non trovino riparo durante i mesi più freddi dell’anno. «La Regione – spiega il Direttore dell’Asp Ambito IX Franco Pesaresi – ci ha individuato come coordinatori della lotta alla povertà estrema, il nostro compito è trovare ripari per chi è senza fissa dimora. Siamo soddisfatti ma quest’anno non è andata bene come lo scorso, infatti a causa della pandemia alcune realtà gestite da volontari sono state costrette a ridurre la propria attività. Comunque in tutta la provincia di Ancona sono disponibili 42 posti, che arriverebbero a 62 qualora ci sia necessità».

Nell’ambito dei servizi per l’immigrazione nel 2021 sarà avviato il progetto SPRAR, a favore di 35 minori stranieri non accompagnati, con fondi che ammontano a circa 1 milione di euro, progetto facente parte di quello relativo agli adulti.

Inoltre verrà creato il nuovo sito istituzionale dell’Asp Ambito 9, ed è prevista una nuova gestione dei rapporti esterni, con assunzione di figure professionali. «Abbiamo la necessità di comunicare con gli ospiti delle strutture e le loro famiglie, comunicare le iniziative e le possibilità di contributi, e farlo nel modo più chiaro possibile» fa sapere il presidente Marasca aggiungendo che «ci sarà impegno da parte nostra e riteniamo possibile raggiungere tutti gli obiettivi, augurandoci una riduzione delle conseguenze negative dell’emergenza covid». Conclude il direttore  Pesaresi: «Tutto questo accade all’interno di un bilancio che anche quest’anno cresce in modo significativo; siamo arrivati a circa 23 milioni e 750.000 euro».

A cura di Chiara Petrucci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.