'Canti, ballate e altre storie', il nuovo libro di Marino Carotti | Password Magazine

‘Canti, ballate e altre storie’, il nuovo libro di Marino Carotti

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Nella foto Marino Carotti

JESI – Si chiama ‘Canti, ballate e altre storie’ ed è il nuovo libro di Marino Carotti, musicista e cantore jesino delle radici marchigiane, già autore di album e volumi che raccolgono e tramandano i saperi dell’antica tradizione orale.

Il volume, edito da Le Mezzelane, contiene trascrizioni musicali e testi di canti popolari raccolti nelle Marche alla fine del XX secolo grazie a un’accurata ricerca sul campo effettuata dall’autore e iniziata nel 1993.

«Ho pensato alla realizzazione di questo libro soprattutto perché la mia regione, le Marche, non dispone di molte pubblicazioni con trascrizioni musicali relative alla nostra cultura popolare» spiega Carotti nella nota contenuta nell’opera.

Canti, ballate e altre storie è diviso in tre sezioni e comprende le trascrizioni musicali e i testi dei canti relativi ai due album incisi nel 2016 e 2019, rispettivamente “Galantòmo fu mio padre” e “Il sole si fermò di camminare” e al libro “Né acqua, né luce, né strada”, edito nel 2018.

cop-canti-ball

In tutto sono 70 brani tra cui canti lirici con canti d’amore, satirici e d’innamoramento, serenate, ballate, canti di cantastorie, canti narrativi a tema religioso, agiografie, canti iterativi e fiabe a formula, canti di lavoro e sul lavoro anche al ritmo di saltarello, ninne nanne, canti e rime infantili, compresi scioglilingua, filastrocche, tiritere, cantilene e conte.

«La mia indagine ha coperto, nel tempo, tutte le province della regione, permettendomi di acquisire, tramite registratore, un numero elevato di documenti orali di ogni genere – spiega Carotti -. Tutte le melodie trascritte sono fedeli, per quanto possibile, alle registrazioni. Alla fine del libro sono riportati tutti i dati della ricerca per singolo pezzo, la lista degli informatori e i luoghi di ricerca».

Tutte le foto all’interno e quella di copertina sono state gentilmente offerte da Pietro Picchietti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.