E.. state a Jesi, continua la caccia all'affare: vendite in aumento | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

E.. state a Jesi, continua la caccia all’affare: vendite in aumento

JESI – Terzo appuntamento ieri sera con l’evento E…state a Jesi: il programma, oltre all’apertura serale dei negozi fino a mezzanotte, prevedeva una caccia al tesoro lungo tutto il centro storico, dall’Arco Clementino a Piazza Duomo, con musica in filodiffusione come accompagnamento durante la competizione. Dieci le squadre in gara che hanno visto al podio, in successione, la squadra rossa, grigia e arancione.

Piacevole il coinvolgimento dei partecipanti, che interrompevano la “quiete” del passeggio jesino con un passo più veloce, per poter arrivare prima degli altri concorrenti. In premio, consegnati dal presidente di Jesi Centro Marco Broglia, oltre a delle coppe rappresentative per la squadra, anche omaggi, buoni sconto, utilizzabili nei negozi e locali del Centro Storico di Jesi.

Anche il terzo giovedì di luglio di E..state a Jesi ha registrato affluenze numerose, favorevoli per i commercianti di Jesi Centro e per CNA Jesi, organizzatori dell’evento. In merito all’andamento dei saldi, Andrea Riccardi, segretario Cna Jesi, dichiara: «Sabato 7 luglio sono partiti i saldi estivi e, grazie E…state a Jesi, si sta recuperando sulle vendite, sopratutto se viene fatto un paragone rispetto lo scorso anno dove i saldi erano partiti una settimana prima». Alla domanda sull’andamento delle vendite, se aumentate, stabili o diminuite e sul potere d’acquisto dei cittadini jesini, risponde: «Dopo che i negozianti hanno affisso i cartelli con la scritta SALDI è partita la caccia all’affare e, per capire se sono aumentate le vendite e la spesa media, abbiamo fatto un giro di telefonate ad un campione di commercianti, anche in risposta all’iniziativa E…state a Jesi, che vede coinvolti bar e ristoranti, ma anche negozi, aperti fino a mezzanotte»

Dal sondaggio condotto dalla Cna emerge che in città le aspettative sono state confermate, con una partenza fiacca, ma con un aumento progressivo.

«Alla domanda sul potere di acquisto – prosegue Riccardi – non si è registrata una cifra in grado di calcolare una media di spesa, perché varia da negozio a negozio».

Come per lo scorso anno, dall’indagine risulta che le preferenze sono andate ai capi di abbigliamento, seguite da calzature, accessori e biancheria intima. «Nel passato i saldi erano la cartina al tornasole dell’andamento dei consumi e del potere d’acquisto, tuttavia, oggi possono aspirare ad essere solamente una boccata di ossigeno per le imprese e un’opportunità per i cittadini».

Una nota viene fatta dal Presidente Cna di Jesi Alberto Possanzini e dal Presidente di Jesi Centro Marco Broglia, molto soddisfatti di questa iniziativa che ha visto il centro affollato e gremito di persone: «Siamo molto contenti che gli impegni profusi abbiano consentito di ravvivare il centro cittadino – concludono i due presidenti – e sarà nostro impegno continuare a lavorare per la città di Jesi, con lo spirito che l’unione fa la forza».

 

A cura di Giovanna Borrelli

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.