Pulizia strade, importo sanzioni aumentato del 200% | Password Magazine
Festival Pergolesi

Pulizia strade, importo sanzioni aumentato del 200%

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – In vista del prossimo Consiglio comunale, fissato per giovedì prossimo, alle 15.30, sono due le interrogazioni preparate dal gruppo consiliare Jesi In Comune – Laboratorio Sinistra.

La prima, riguarda scuole e privatizzazioni e in particolare l’ “Assetto scuole infanzia e asili del Comune di Jesi”.

«Il nido Oasi si sta andando verso una progressiva privatizzazione del servizio – si legge in una nota stampa – Due le maestre prossime al pensionamento per lasciare spazio a personale privato, che in questo caso è della cooperativa Cooss Marche. La sezione lattanti, peraltro, è già stata interessata da questo passaggio». Stessa sorte toccherebbe al Romero, quando al pensionamento delle attuali educatrici dovrebbe subentrare personale privato, mentre la carenza di organico della scuola d’infanzia Isola Felice costringerebbe già diversi genitori a spostare i proprie figli in altre strutture. «Il gruppo consiliare chiede al sindaco e alla giunta quali sono le strutture scolastiche jesine con carenza di personale, se per quanto riguarda i nidi l’intenzione è quella di dichiarare esaurita l’esperienza dei nidi a gestione pubblica»

Una seconda interrogazione avrà come oggetto “Pulizia delle strade, importo delle sanzioni aumentato del 200%“: il gruppo consiliare Jesi in Comune – Laboratorio Sinistra interroga il sindaco e la giunta in merito alla pulizia straordinarie delle strade con ordinanza n.72 del 16/2/2017 e con ordinanza n. 511 del 27/9/2016.

«Tramite accesso agli atti è emerso che nel periodo delle pulizie quest’anno sono state effettuate 399 rimozioni a fronte rispettivamente delle 10 e delle 12 effettuate rispettivamente nello stesso periodo del 2016 e del 2015, 1038 le violazioni per divieto di sosta a fronte delle 640 rilevate nello stesso periodo dell’anno precedente – si legge in una nota – In termini economici quest’anno sono state accertate sanzioni per un valore di 42.558,00 euro per divieto di sosta, a fronte dei 26.240,00 euro dello stesso periodo dell’anno precedente. Per le sole violazioni riferite alle due ordinanze per la pulizia delle strade n. 72 e n. 511 sono state accertate, tra fine 2016 e inizio 2017, rispettivamente 756 e 473 violazioni aggiuntive per un valore accertato ulteriore che assomma ad ulteriori 30.966,00 euro per la sola ordinanza 72 e 19.393,00 euro per l’ordinanza 511. Nessun dubbio sull’utilità periodica della pulizia ma lascia interdetti l’incremento del 200% in valore delle sanzioni accertate per divieto di sosta e per violazione dell’ordinanza pulizia strade. Introiti soltanto potenziali considerato che più di un terzo del l’accertato non risulta incassato».

Il gruppo consiliare chiede quindi «di precisare se si intende rendere più chiari ed evidenti le indicazioni fornite alla cittadinanza per limitare la necessità di elevare sanzioni; di specificare se si intenda impiegare gli introiti straordinari derivanti dall’operazione suddetta e più in generale dall’aumento delle violazioni accertate per finalità specifiche; di chiarire la ragione per la quale vi è stato nel 2017 un aumento esponenziale delle sanzioni elevate per divieto di sosta e divieto di fermata; se si stanno valutando cambiamenti per quanto riguarda le modalità di pulizia delle strade; di indicare se sia stata effettuata una gara o sia prevista una rotazione tra le ditte interessate per attribuire il servizio di rimozione».

Al prossimo Consiglio comunale, Jesi in Comune – Laboratorio Sinistra presenterà anche una mozione per l’adesione alla campagna “Verità per Giulio Regeni”, con un dettagliato ordine del giorno sul caso riguardante il ricercatore italiano di 28 anni trovato morto il 3 febbraio dello scorso anno a Giza in Egitto: «Una campagna sostenuta dalle associazioni che tutelano i diritti civili – scrive il gruppo consiliare – sulla quale, ad oggi, le istituzioni locali cittadine sono state piuttosto tiepide».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.