Festa per il taglio del nastro del nuovo polo scolastico | Password Magazine
Festival Pergolesi

Festa per il taglio del nastro del nuovo polo scolastico

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – Una festa per la cittadina e l’intero territorio. Una folla numerosa, tante autorità, a partire dal presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, e oltre 350 bambini, hanno fatto da cornice, sabato sabatoscorso, al taglio del nastro del nuovo polo scolastico di Moie, realizzato in via Venezia. La giornata di inaugurazione, cui è stato dato il titolo “I have a dream. La scuola che vorrei”, ha avuto al centro il plesso della scuola primaria “Martin Luther King”, che rappresenta il primo dei quattro lotti previsti dall’ambizioso progetto di edilizia scolastica portato avanti dall’Amministrazione comunale.

La cerimonia è iniziata con il ritrovo delle autorità al complesso culturale “eFFeMMe23” biblioteca La Fornace di Moie, un’altra importante opera realizzata, come il polo scolastico, con i proventi della discarica. La manifestazione si è poi spostata in via Venezia, aperta dai saluti del sindaco Giancarlo Carbini, che ha parlato di “un’opera affidata alle generazioni future”, del sindaco dei ragazzi Michele Meloni, del dirigente dell’Istituto Comprensivo Statale “Carlo Urbani” Nicola Brunetti. Dopo l’esibizione dell’orchestra dell’Istituto comprensivo “Carlo Urbani”, la cerimonia è proseguita con gli interventi del progettista Nazzareno Petrini, del progettista della comunicazione Ma:d design Monica Zaffini, del commissario straordinario della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande, di Isolina Marcelli, dell’Ufficio scolastico regionale, e della Senatrice Silvana Amati. A concludere la carrellata di interventi, il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca. “Un applauso – ha detto alla folta platea – per l’intelligenza di questa comunità e di questa Amministrazione per quanto hanno realizzato e condiviso”

Ancora un momento musicale, con l’esibizione della Filarmonica G. Spontini e della banda L’Esina, poi gli alunni hanno cantato in coro un adattamento della canzone di Jovannotti “Sono un ragazzo fortunato”, con le strofe che hanno decantato la bellezza della nuova scuola e la fortuna di frequentarla.

Sono seguite la cerimonia dell’alzabandiera, la benedizione di don Giuseppe e il taglio del nastro. Le autorità, fra cui i consiglieri regionali Raffaele Bucciarelli, Fabio Badiali, Enzo Giancarli, e i tanti cittadini intervenuti hanno, quindi, potuto visitare il nuovo polo scolastico, realizzato con sistemi d’avanguardia e per cui saranno investiti, complessivamente, 14 milioni di euro. A colpire i cittadini, oltre alle scelte tecnologiche, da quelle per un’alta efficienza energetica alla valorizzazione del verde, è stata la segnaletica, colorata e divertente, per identificare i luoghi ma anche per veicolare messaggi importanti e complessi come il rispetto degli altri, l’integrazione e l’educazione ambientale.

Il secondo lotto del progetto di edilizia scolastica, che riguarderà ancora la scuola primaria, dovrebbe partire a gennaio. Il plesso della primaria completato ha interessato una superficie di 2.832 metri quadrati, per un costo al metro quadrato di 1.200 euro. I metri quadrati di fotovoltaico sono 223, mentre di giardini pensili sono 776.

Comunicato da: Comune di Maiolati Spontini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.