Inaugurata la cooperativa Orto del Sorriso, modello di cultura agricola “sociale”

JESI – Inaugurato oggi l’Orto del Sorriso, la cooperativa agricola sociale presente in via Calabria 47.

Il progetto, che ha seguito un percorso di start up, è nato circa 4 anni fa, in veste di Cooperativa Sociale, grazie ad una sinergia tra la Parrocchia di San Giuseppe e la Caritas Diocesana di Jesi, con l’obiettivo di favorire, attraverso il coinvolgimento sociale, l’inserimento lavorativo di persone in indigenze economiche.

Il 6 Marzo 2019 la Cooperativa Sociale è diventata anche Agricola, assumendo una vera e propria istituzione giuridica, ma mantenendo la sua “anima solidale”.

“Siamo partiti quattro anni fa grazie alla donazione della casa e del terreno in comodato d’uso gratuito, da parte della Caritas. Fino ad oggi il percorso è sempre stato in espansione, e allo stesso modo prefiguriamo il futuro di questa realtà. Non c’è cosa più bella che dare una mano attraverso la natura” – Ha commentato Matteo Donati, Presidente della Cooperativa.

Con due ettari di terreno, i progetti di coinvolgimento sociale racchiudono anche una parte didattica per scuole e tirocini formativi e di inclusione, per i quali fondamentale è stato il contributo e la collaborazione con altri enti territoriali come Centro per l’impiego, Asp9, Tribunale di Ancona, GUS, SERT, COOS Marche e il Dipartimento di Salute Mentale.

Attiva anche una collaborazione con alcuni locali della città, che hanno preferito la selezione di prodotti biologici e a Km0, proponendo un menù comprensivo solo di prodotti di stagione, a discapito di un menù magari più variegato, ma meno rispettoso dei ritmi naturali della terra.

Presenti al taglio del nastro anche il Sindaco Massimo Bacci e il Vescovo Gerardo Rocconi, che hanno dimostrato, sia nel versante più religioso della solidarietà che in quello più laico di una Comunità che è vicina ai suoi cittadini, un profondo appoggio ed entusiasmo per questa realtà.

L’Orto del Sorriso è sempre aperto al pubblico dal Lunedì al Sabato mattina, e nei pomeriggi di Lunedì e Giovedì.

A cura di Giovanna Borrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*