Jesi, tensioni e scontri al sit-in sulla sicurezza | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Jesi, tensioni e scontri al sit-in sulla sicurezza

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Di seguito, la nota informativa del coordinatore Forza Italia di Jesi Massimiliano Lucaboni, a seguito del sit in sulla sicurezza e la legalità svoltosi stamattina, in piazza Indipendenza, su organizzazione della gruppo facecebook Libera Azione per chiedere maggiori controlli del territorio, interventi operativi contro furti, cambiamento del regolamento comunale, vigilanza privata durante il fine settimana nel centro storico.

A contrastare il movimento d’opinione, sarebbe stato un gruppo del centro sociale autogestito Tnt che ha voluto disturbare la dimostrazione cercando di coprire i cartelloni.

“Quello accaduto stamattina in piazza ha dell’incredibile. Una libera manifestazione organizzata da un gruppo pubblico che nulla vuole avere di politico è stato violentemente attaccato da un gruppo di persone appartenenti ai centri sociali che paghi dello status quo vorrebbero tenere Jesi in questa sorta di far west tra furti e violenze varie. Ringrazio di cuore le forze dell’ordine, polizia e carabinieri, che hanno evitato lo scontro fisico. Credo che dopo  fatti di Parigi, che nella nostra città si torni a periodi ormai lontani dalla storia dimostra che Jesi non è la Jesi che conoscevamo. Se un gruppo di persone per bene non più manifestare il proprio disagio di fronte ad una situazione dove furti e violenze sono all’ordine del giorno vuol dire che la situazione democratica a Jesi è alla frutta. Spero, di cuore, che almeno per una volta l’amministrazione comunale, il Consiglio Comunale tutto prenda una posizione chiara su e da che parte stare. Questi personaggi che a spese nostre occupano una struttura pubblica da dove organizzano poi questi atti violenti, dimostra solo che la situazione democratica a Jesi va ristablita.  Cmq, lor signori sappiano che  IO NN HO PAURA … Grazie ancora a chi ha partecipato torneremo presto in piazza …”

 

Comuncato: da Massimiliano Lucaboni

Foto: Massimiliano Lucaboni

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.