La Jesina entusiasma ma mister Gianangeli fa il pompiere: «Tutti bravi ma vietato piacersi troppo» | Password Magazine
Festival Pergolesi

La Jesina entusiasma ma mister Gianangeli fa il pompiere: «Tutti bravi ma vietato piacersi troppo»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Franco Gianangeli

JESI – Altri tre punti nel carniere dei leoncelli, dopo Matelica, arrivano dalla sfida interna con il San Marino. Innalzano la classifica – quinto posto dopo quattro giornate, con 8 punti ad appena 4 lunghezze dalla capolista Vis Pesaro –  in posizione interessante ma, soprattutto, rinsaldano morale e convinzione nei propri mezzi.

«Una bella Jesina  quella vista in campo, per altro reso difficilissimo dalla pioggia, contro la squadra del Titano – sostiene convinto mister Franco Gianangeli – ma attenzione a non specchiarsi troppo e piacersi. Ci godiamo il momento consapevoli, però, che arriveranno anche le difficoltà e noi dovremo essere pronti. Questo è un campionato difficile ma ci siamo e vogliamo far bene. Mancano ancora 32 punti per la salvezza…».

Guarda a se stessa la Jesina, ma è inutile negare che questi siano giorni di grande euforia. E Gianangeli sta lì, giustamente, anche a fare il pompiere.  Certi fuochi potrebbero rivelarsi pericolosi. Specialmente quando la squadra, oltre che nuova, è di giovane esperienza.

«Sappiamo di avere dei limiti – ammette Gianangeli – ma cerchiamo di mascherarli. A volte ci riesce, altre no, però credo che una squadra quadrata, al di là dell’età e del piacersi troppo, diventa brava nel momento in cui non espone i suoi limiti all’avversario. Credo che i ragazzi ci stiano riuscendo abbastanza bene e sono fiducioso, fiducioso per quello che stanno facendo, per come interpretano le partite, per lo spirito di sacrificio che mettono e per la voglia di tenere alti i colori di questa maglia. Sono molto contento per loro…».

Senza dimenticare il “fattore t” perché «un ringraziamento importante e caloroso va ai tifosi, li ho visti molto vicini a noi e non smettono mai di sostenerci».

Domenica prossima, primo ottobre, trasferta a Vasto con i locali che avranno sicuramente il dente avvelenato per la sconfitta patita in casa contro il Matelica. E vorranno certamente non buttare alle ortiche un’altra occasione.

Poi, due partite interne consecutive, contro il Pineto l’8 ottobre, e il big match, oltre che derby, con la Vis Pesaro, il 15, giornata del leoncello.

Un trittico che potrà dire molto sulle ambizioni della Jesina in questo campionato.

Pino Nardella

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.