L'Ente Palio San Floriano accoglie gli ospiti del Gruppo Loccioni | Password Magazine
Festival Pergolesi

L’Ente Palio San Floriano accoglie gli ospiti del Gruppo Loccioni

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

A Jesi, oltre 150 esponenti del panorama imprenditoriale mondiale.
L’associazione Ente Palio San Floriano ha incontrato gli ospiti internazionali del workshop “Take Breath” del Gruppo Loccioni, in visita a Jesi nella serata di ieri. Oltre 150 personalità dello scenario imprenditoriale mondiale sono stati accolti dai Gruppi storici del Palio con esibizioni e spettacoli ispirati all’antica Aesis medievale. “L’invito è arrivato dal Gruppo Loccioni, organizzatore della serata che si è avvalso della collaborazione del Comune di Jesi per l’utilizzo degli spazi pubblici e l’allestimento – spiega il presidente dell’Ente Palio Giancarlo Catani – L’incontro ha dato alla città e all’Ente Palio una vetrina e l’opportunità di valorizzare e far conoscere agli esponenti di aziende leader nel mercato internazionale i costumi e le tradizioni locali. Ci auguriamo che gli ospiti abbiano trovato la città interessante e che abbiano gradito il nostro benvenuto”. Figuranti, Arcieri, Tamburini, Sbandieratori e Armati hanno dato una piccola dimostrazione del Palio con una rievocazione storica in versione ridotta, di circa 40 minuti, in piazza Federico II. Per l’occasione, il Gruppo Loccioni ha realizzato una brochure in lingua inglese contenente immagini, informazioni e approfondimenti relativi al Palio di San Floriano che ha distribuito ai visitatori per una migliore comprensione dell’evento. “La valorizzazione del territorio per il Gruppo Loccioni è un obiettivo che è cresciuto insieme alla nostra voglia di fare innovazione – dichiara Maria Paola Palermi, Loccioni Communication Manager – Poter offrire ai nostri ospiti di 12 nazioni, rappresentanti delle più importanti multinazionali del settore auto, la possibilità di vivere le Marche, la sua storia e le sue eccellenze, è per noi motivo di orgoglio e elemento di competitività”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.