Moie, piscina consortile: iniziati i lavori di riqualificazione dell’area

MOIE – Hanno appena preso il via i lavori di riqualificazione urbanistica dell’area intorno alla piscina consortile di Moie, nella zona di Largo Tien An Men.

“È un progetto – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Giancarlo Carbini – che dà finalmente un primo senso compiuto all’area intorno al bell’impianto di Moie. L’intervento nell’area della piscina Palablu fa parte di un progetto generale del Comune di Maiolati Spontini per la sistemazione a stralci successivi di tutta l’area degli impianti sportivi, ottimizzando gli accessi, la viabilità, i parcheggi e rendendo più funzionale un’area molto frequentata dai cittadini. Parliamo di una zona che, oltre alla piscina, impianto del CIS ma cofinanziato dal Comune di Maiolati Spontini, comprende anche il Bocciodromo, uno dei più attivi della zona, i campi da tennis, il campo sportivo principale di Moie e diverse aree a verde”.

L’avvio del cantiere è stato preceduto da un incontro, promosso dall’Assessorato ai Lavori pubblici, in cui il sindaco Umberto Domizioli, l’assessore Carbini, il responsabile dell’Ufficio tecnico Nicla Frezza, insieme con il progettista Igino Micheletti di Maiolati Spontini e con gli ingegneri del CIS Miandro e Calderaro, hanno coordinato e illustrato il cronoprogramma dei lavori ai rappresentanti della società che gestisce il Palablu di Moie, del Bocciodromo e del Tennis Club di Moie, in modo da creare meno disagi possibili ai tanti fruitori dei tre impianti sportivi e garantire a tutti le migliori condizioni di sicurezza.

Gli interventi, che vanno dall’arredo urbano alla sistemazione del verde, dalle opere stradali agli impianti e all’abbattimento delle barriere architettoniche anche a favore degli ipovedenti, prevedono una spesa complessiva di 220.000 euro, ripartita in base alle quote di proprietà delle aree e quindi il 51 per cento a carico del Comune di Maiolati Spontini e il 49 per cento a carico del Cis. Il progettista è l’architetto Igino Micheletti mentre la ditta appaltatrice è la “Ilari cav. Aldo” di Sassoferrato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*