Res Publica: innovativo documentario per una storia mai raccontata

USERNAME – Annunciato su Password Magazine circa 2 mesi fa, il misterioso quanto ambizioso progetto creato in collaborazione tra la testata, edita da Studio Gamma, lo scrittore storico jesino Marco Torcoletti e me, sta prendendo sempre più forma.

Vorrei però soffermarmi sulla questione “social” della storia, una questione che meriterebbe un pò di attenzione. Tantissime forme di racconto, prima espresse al cinema o, più spesso, in tv, si stanno adattando ai nuovi media che richiedono impatto visivo e velocità diversi ed una fruizione quasi completamente sul piccolo schermo dello smartphone. E’ solo di pochi giorni fa l’aggiornamento di Instagram che ha visto arrivare la IGTV, in pratica la “visione” della tv social da parte del club di Zuckerberg. Video fino ad un’ora di durata, sempre reperibili (on demand se preferite) con possibilità di commentare, mettere un cuore e aggiungere un link. Ma la caratteristica più importante è il formato dei video… verticale. Totalmente in controtendenza con la normale televisione e, ancor di più, con il cinema, la nuova IGTV (come le storie in ogni social prima di lei) invita ad invertire la rotta per andare incontro alla comodità dello strumento con cui, più di tutti, usufruirete del materiale, vale a dire uno smartphone, tendenzialmente tenuto in mano in verticale.

Già da un pò vediamo sitcom, mini serie tv realizzate per lo più a scopo promozionale, adattate al mondo dei social. Dialoghi limpidi a mai lunghi, durata limitata delle puntate, scritte a schermo quando e se possibile ed una regia chiara. Caratteristiche essenziali per trasformare questa tipologia di media, nata sulla televisione, in qualcosa di maggiormente fruibile su cellulare in momenti mordi e fuggi.

Ma in questo progetto abbiamo voluto osare, cercando di immaginare la fruizione di un documentario in “formato” social network. Password Magazine è da sempre una testata apripista locale delle novità nel settore della comunicazione e della tecnologia. Tra i primi a lanciare una app, sbarcare su Instagram, pubblicare video in 4k, ricorrere al Local Influencer Marketing e, appunto, realizzare video interviste o rubriche in formato social. Esistono già alcuni mini video documentari sulla pagina Facebook di Password ma sono più che altro spezzoni, a volte con sole immagini e testo, di circa 2 minuti, comunque apprezzati riuscendo a superare sempre il migliaio di visualizzazioni. Questa volta si fa sul serio, la durata e la qualità migliorano, l’approfondimento è importante e la divisione in puntate darà respiro ai diversi dettagli da scoprire. Per conoscere la “storia mai raccontata” di questo progetto e le soluzioni utilizzate per adattare il documentario al mondo dei social, dovrete pazientare ancora un po’ e accontentarvi per ora del primo teaser di 2 mesi fa.


Dopo l’annuncio del progetto ed il lancio del teaser, diversi sono stati gli sponsor interessati alla cosa (la cui diffusione garantisce una enorme visibilità agli stessi).
Si è ancora in tempo per partecipare, se volete entrare in questo nuovo progetto, contattate la redazione di Password Magazine al: 340 490 3170

 

Username, la rubrica di tecnologia e comunicazione curata da Matteo Baleani, esperto di marketing che da anni collabora con Password Magazine.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*