Scritte xenofobe sulla bacheca del Centro Studi Libertari "Luigi Fabbri" | | Password Magazine
Festival Pergolesi  

Scritte xenofobe sulla bacheca del Centro Studi Libertari “Luigi Fabbri"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – E’ stata imbrattata di scritte xenofobe la bacheca del Centro Studi Libertari “Luigi Fabbri” di Jesi in Vicolo Angeloni. Il testo recita: “Musulm… a casa Vostra”. “Ce ne siamo accorti qualche giorno fa dopo aver affisso un volantino che commentava i fatti tragici di Fermo – fanno sapere i membri del Centro – E’ una ulteriore testimonianza del clima razzista presente nella sottocultura popolare di questo paese, di questa Europa. Una sottocultura che genera follia, tragedie, lutti e perdita delle ultime briciole di umanità. Qualche tragicomica comparsa politica continuerà a soffiare sulla cultura dell’odio, della caccia alle streghe, del rifiuto del diverso, del capro espiatorio su cui sfogare le proprie frustrazioni. Lo farà in nome delle vittime di Nizza, Istanbul, Parigi, Dacca, Bagdad, etc. anche quasi giustificando violenze e assassini, come quello di Fermo, fatto da un personaggio che mostra di essere il prodotto, vittima anch’egli, ma non innocente, di questa società della cultura dell’odio. Non è la prima volta che qualcuno se la prende con le bacheche anarchiche. Gesti intimidatori,con contenuti razzisti e propri di pratiche fasciste, che non serviranno a toglierci la parola”.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.