Scuole, Mancinelli: «Contro il virus misure condivise tra Comuni e Asur» | Password Magazine

Scuole, Mancinelli: «Contro il virus misure condivise tra Comuni e Asur»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ANCONA – «Scuole, l’Asur individui quei provvedimenti ‘ponte’ assolutamente necessari». La riflessione arriva da Valeria Mancinelli, sindaco di Ancona e presidente dell’ANCI Marche: «Con la zona arancione la didattica nelle scuole superiori torna a distanza ma non c’è invece chiusura o Dad per le medie e inferiori. Con gli altri Comuni, abbiamo ragionato su quali misure prendere e ad oggi prevale il no a una chiusura generalizzata delle scuole secondarie di primo grado, primarie e materne». Il motivo? «I dati dicono che la presenza del virus nelle aule non è insignificante ma non esistono casi di positività a tappeto in tutte le scuole, piuttosto il contagio resta ancora concentrato in alcuni plessi o classi di plessi. Chiudere è facile per noi amministratori ma complica la vita dei ragazzini e delle famiglie. Ecco perché è bene sentire chi si occupa di monitoraggio per mestiere prima di prendere provvedimenti che possono rivelarsi sproporzionati». Per il sindaco di Ancona bisogna intervenire con misure cautelari in quel periodo che intercorre tra lo screening e il risultato del tampone: «Spesso passano giorni tra un primo allarme e l’esito- spiega -. Questo periodo intermedio deve essere coperto da misure prudenziali. Ci indichi l’Asur quali. Ma bisogna evitare il fai da te, l’agire per proprio conto di ciascuno dei 20 comuni o si creerà solo confusione». A tal proposito Anci Marche, attraverso la responsabile Scuole Stefania Signorini, sindaco di Falconara, ha indetto una riunione tra i 20 Comuni della zona arancione per coordinare le misure che riguardano le scuole d’intesa con l’Asur. L’incontro è previsto per oggi ed è finalizzato ad ottenere un protocollo operativo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.