Stazione, lite accesa tra donne, intervengono i vigili urbani

JESI – Lite accesa sabato mattina al bar della stazione. Due donne se le sono dette di tutti i colori, tanto da richiedere l’intervento delle forze di polizia . La querelle sarebbe scoppiata tra una pendolare e una barista del locale, per un motivo un po’ insolito.  Essendo i bagni della stazione chiusi per guasto, in quanto le porte elettroniche erano andate in tilt, la donna che doveva prendere il treno chiedeva al personale del locale di poter usufruire dei servizi igienici . Una barista spiegava allora alla viaggiatrice che i bagni del bar non erano aperti al pubblico e che quindi l’accesso agli utenti della ferroveria non era concesso. La pendolare, al rifiuto, aggrediva verbalmente la barista, con parole forti e accese. L’altra donna non poteva che ricambiare e, a quel punto, ne sarebbe nata una discussione dai toni pesanti. Il fatto è stato segnalato alle autorità e, in particolare, ai vigili urbani, chiamati a verificare cosa stesse succedendo e a verificare l’attività commerciale. Gli agenti della municipale riscontravano che, effettivamente, la vecchia licenza non prevedeva bagni di pubblico accesso. La signora così, non avendo avuto ragione, girava i tacchi, tornando al binario, per prendere il treno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*