Unione Castelbellino e Monte Roberto, i Sindaci illustrano la gestione associata | | Password Magazine

Unione Castelbellino e Monte Roberto, i Sindaci illustrano la gestione associata

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CASTELBELLINO – Si procede a piccoli passi verso la gestione associata dei servizi tra Castelbellino e Monte Roberto. Dopo  l’approvazione dello Statuto della nuova Unione in sede di Consiglio comunale – il 7 marzo a Monte Roberto, il 15 marzo a Castelbellino –  ha preso vita il progetto di accorpamento e condivisione di funzioni comunali, servizi e strategie tra i due Comuni.  Emanate le delibere attuative, entro 45 giorni dovranno essere nominati i dodici consiglieri dell’Unione, 6 rappresentanti a testa. Di questi 6, 4 saranno di maggioranza, 2 di minoranza.  All’interno, si individuerà un esecutivo con fino a un massimo di 4 assessori, un presidente ed un vice presidente, nelle vesti dei due Sindaci. Questi si alterneranno, successivamente, alla presidenza ogni 20 mesi. Nessun indennità aggiuntiva è prevista per chi ricoprirà il duplice ruolo di assessore comunale e dell’Unione.

Ecco quanto accadrà in Vallesina nei prossimi mesi: stamattina, in conferenza stampa, le due Amministrazioni hanno illustrato i dettagli delle successive fasi di sviluppo che porterà all’operatività delle nuova Unione. Erano presenti, oltre ai due sindaci Gabriele Giampaoletti (Monte Roberto) e Andrea Cesaroni (Castelbellino), il vice sindaco Massimo Costarelli di Castelbellino e l’assessore all’Ambiente Gianfranco Amburgo, gli assessori ai Servizi sociali Marco Bini (Monte Roberto) e Gioia Santarelli (Castelbellino).

A causare il distacco di Monte Roberto e Castelbellino dall’Unione dei Comuni della Media Vallesina, di cui hanno fatto parte per 12 anni, l’esigenza di ottenere economie di scala invece che costi sempre maggiori, in seguito anche alla riduzione dei contributi regionali e statali. Inoltre, pur non discutendo l’efficienza di alcuni servizi, restava la difficoltà di individuare percorsi condivisi tra 8 soggetti istituzionali diversi.

“Con sofferenza abbiamo deciso di uscire dall’Unione dei Comuni della Media Vallesina e di intraprendere un nuovo progetto di gestione associata, affrontando uno scenario difficoltoso e mutevole – ha dichiarato il sindaco di Monte Roberto  Gabriele Giampaoletti – Fortunatamente, esistono già sul nostro territorio modelli di collaborazione cui ispirarsi: si pensi all’Istituto scolastico comprensivo o ai servizi cimiteriali. Non è escluso, inoltre, che altri Comuni possano via via entrare nel nuovo ente”.

“Raggiungere economie di scala permetterà alle nostre Amministrazioni di offrire ai cittadini servizi migliori in termini di efficienza ed efficacia – ha aggiunto il sindaco di Castelbellino Andrea Cesaroni – Non dimentichiamo che la scelta è stata dettata da un caos normativo, continuamente in evoluzione, in cui siamo passati dall’obbligo di fusione per i Comuni sotto i 5000 abitanti ai modelli di accorpamento delle funzioni. La nostra è una scelta politica dei piccoli passi. Non crediamo nelle fusioni in assoluto perché l’identità di ogni singola realtà va salvaguardata e le peculiarità valorizzate e non distrutte”.

Si partirà, dunque, dall’accorpamento di servizi e uffici che lavoreranno in maniera congiunta. Le prime unità organizzative trasferite all’Unione saranno quelle dei Lavori pubblici, Ambiente e Patrimonio, Polizia municipale, Urbanistica e Pianificazione del territorio. Saranno in unione anche servizi di coordinamento della protezione civile, catasto e trasporti sociali e altri servizi di carattere comunale. Inoltre, saranno individuate nuove sedi sul territorio: la Polizia locale, costituita da una squadra di minimo 3 unità, risiederà a Pianello Vallesina mentre l’Ufficio tecnico sarà unificato. La sede dell’Unione sarà a Castelbellino. Nasceranno piani di lavoro condivisi e uffici con nuovi orari, con potenziamento delle delegazioni comunali e degli uffici governativi (anagrafe e servizi demografici) e conseguente avvicinamento dei servizi al pubblico e alla maggioranza della popolazione che risiede nelle frazioni.

Chiara Cascio | chiaracascio@leggopassword.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.