A Jesi un capodanno all'insegna della solidarietà | | Password Magazine
Festival Pergolesi

A Jesi un capodanno all’insegna della solidarietà

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Un fine anno all’insegna della solidarietà e dell’inclusività: così può descriversi l’evento di celebrazione del capodanno jesino progettato per salutare il 2018 ed inaugurare il 2019.

Commenta così l’assessore Ugo Coltorti, fornendo un bilancio entusiasmante di questo mese di “Jesi Natale 2018”: “Dal 2 Dicembre si segna un mese pieno di iniziative, ricco di soddisfazioni. La risposta della città è stata straordinaria: è il frutto di una sinergia con tutte le associazioni di categoria, in particolar modo Jesi Centro. Il palco-albero, che piaccia o meno, ha ospitato molti spettacoli, rendendo questo Natale molto accattivante: una situazione del genere non si era mai registrata a Jesi.”

Sarà quindi un capodanno solidale, a partire dal tradizionale cenone al mercantini, che con circa 500 prenotazioni è già sold out: al costo di 30 i presenti al cenone contribuiscono ad alimentare la macchina della beneficenza. L’intero ricavato sarà infatti destinato in beneficenza a tre associazioni locali.

Ma la solidarietà non finisce qui. Un ringraziamento per la resa migliore delle molte iniziative svolte sul palco-albero sono state tali grazie a Selena Abatelli del Dream Day, che anche la durante la serata di lunedì 31 Dicembre, dalle ore 23.00 circa, darà movimento alla serata in Piazza della Repubblica: appoggiata dallo staff dell’Universal Eventi, capitanato da Emanuel Pàstina, ci sarà l’accompagnamento musicale della Cagiara Sband di Andrea Polverini.

L’insieme delle forze ha permesso di realizzare un video musicale, che verrà proiettato in anteprima proprio durante la serata in piazza, volto a sensibilizzare sul tema dell’abbattimento delle barriere architettoniche nelle città. Il video, che vedrà in scena anche Alessia Polita, è destinato alla proiezione in tutte le piazze e teatri d’Italia.

 

È un’opera nobile questa: più che per le barriere fisiche, lottiamo innanzitutto per l’abbattimento delle barriere mentali” – commenta Andrea Polverini“In quattro anni abbiamo toccato temi sensibili. Ogni anno Jesi lascia sempre un suo ricordo, e credo e spero che questi messaggi di solidarietà arrivino ogni anno alla gente. Per me è un orgoglio: lavorando per tutto il Centro Italia posso dire che un’Amministrazione del genere non è da tutti i giorni. Vedere la gente di ogni età, etnia e cultura insieme la notte di Capodanno è il nostro obiettivo” – aggiunge Emanuel Pàstina.

Una bellissima conclusione d’anno non può che proseguire poi nel 2019, sempre con un occhio rivolto alle categorie più sensibili. In occasione del tradizionale concerto di Capodanno della Banda musicale Città di Jesi “G.B. Pergolesi”, in programma per martedì 1 Gennaio 2019 alle ore 18.00 al Teatro Pergolesi, verrà infatti presentato l’inedito progetto “Sòno”. Durante questa serata il presidente della banda musicale, Francesco Piccioni, assieme all’Assessore alla cultura Luca Butini, introdurranno questa nuova idea di inclusione sociale attraverso la musica e l’insegnamento della stessa, per i minori in situazioni di marginalità, povertà e disabilità delle diverse fasce d’età 6-10 anni e 11-18 anni.

Un vero e proprio crowdfunding, cioè una raccolta fondi, alla quale tutti i presenti al concerto potranno contribuire per finanziare “Sòno”.

 

A cura di Giovanna Borrelli

 

 

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.