"An Omalos", ciclo di incontri sul tema delle relazioni in famiglia | | Password Magazine
Festival Pergolesi

“An Omalos”, ciclo di incontri sul tema delle relazioni in famiglia

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – L’Amministrazione comunale promuove un ciclo di incontri dal titolo “An Omalos. Dialoghi intorno alle relazioni”, rivolti alla cittadinanza con particolare attenzione alle famiglie. Gli appuntamenti, che si snoderanno dal prossimo 20 settembre fino a febbraio del 2019, verteranno principalmente sul tema delle relazioni e sul rapporto genitori figli. Esperti di vari settori presenteranno le loro riflessioni alla biblioteca La Fornace di Moie.

“L’Amministrazione comunale crede fortemente nello strumento del dialogo – spiega l’assessore ai Servizi sociali Irene Bini – e per questo ha voluto promuoveree una serie di occasioni di riflessione e di incontro aventi per tema quello delle relazioni e in particolare il rapporto genitori figli in un periodo storico molto difficile, dove spesso gli strumenti per far fronte alle difficoltà sembrano mancare. L’obiettivo è quello di stimolare la riflessione e il dibattito che sarà agevolato e guidato da professionisti, insegnanti, psicoterapeuti e medici. Con l’occasione vogliamo ringraziare tutti i relatori che si sono messi a disposizione per l’organizzazione della rassegna”.

“Questa rassegna – aggiunge l’assessore all’Istruzione Silvia Badiali – vuole anche rispondere all’esigenza di mettere al centro il mondo delle emozioni sin dalla più tenera età. Un’attenzione e una volontà di dare risposte, rispetto alle problematiche della crescita e dell’affettività, condivisa anche con le altre agenzie socio-educative del territorio. D’altronde anche i nuovi orientamenti della didattica vanno in questa direzione, come dimostrano i libri di testo adottati nelle scuole attenti a veicolare i contenuti anche attraverso l’approccio emozionale”.

Il primo appuntamento in programma sarà giovedì 20 settembre, alle ore 18, con l’incontro dal titolo “Le relazioni. L’Altro che mi fa essere”. A guidare la riflessione sarà la professoressa Alessandra Marcuccini del Liceo classico Vittorio Emanuele II di Jesi. Presenteranno la serata di apertura il sindaco Umberto Domizioli, la vicedindaco e assessore all’Istruzione Silvia Badiali e l’assessore ai Servizi sociali Irene Bini.

Giovedì 18 ottobre sarà la volta de “L’Altro. L’incontro con l’Altro nell’epoca del Solipsismo” con lo psicanalista Daniele Capomagi, Ingrid Iencinella e Riccardo Celani. Il 6 novembre il tema sarà “Le emozioni. L’intelligenza emotiva” con Mirco Grugnetti e Nicola Brunetti. La rassegna proseguirà il 23 novembre con “Il mito e il racconto. Edipo: dialogo sul mito” tenuto da Mirco Grugnetti, Alessandra Marcuccini e Daniele Capomagi. Gli ultimi appuntamenti sono nel 2019: l’11 gennaio il tema sarà “Elogio dell’attesa. Un possibile rapporto con il tempo che non è pura sospensione” con Daniele Capomagi, Daniele Luciani e Ingrid Iencinella. Il 1° febbraio incontro finale sul tema: “Liberi di crescere. Tra mancanza e desiderio” con Ingrid Iencinella e Daniele Capomagi.

I relatori del convegno sono tutti professionisti, in particolare provenienti dal campo della psicologia e dell’educazione: Grugnetti è un medico pediatra, Brunetti è un ex dirigente scolastico, gli psicoanalisti Iencinella, Capomagi, Celani e Luciani fanno parte del Laboratorio di Psicoanalisi.

La rassegna fa seguito ad un altro progetto, portato avanti dall’Assessorato ai Servizi sociali nel marzo del 2018 del comune di Maiolati Spontini dal titolo “(Dis)parità di genere: il ruolo dell’educazione”. Era stata una riflessione sugli stereotipi e sull’identità di genere, che era stata collegata ad un altro tema di grande interesse come quello dell’educazione. La nuova rassegna avrà, quindi, come focus le relazioni e le dinamiche familiari.

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.