Auto del Comune in garage, si va in bicicletta elettrica | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Auto del Comune in garage, si va in bicicletta elettrica

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Il primo a salirci in sella è stato il geom. Roberto Tiberi, in forza presso l’Area Servizi Tecnici, per andare a compiere un controllo edilizio. Gli ha fatto seguito, poco dopo, l’assessore all’ambiente Cinzia Napolitano che è andata al Moreggio per un sopralluogo alla pista ciclabile in vista dell’iniziativa “La memoria va in bici” per la Festa della Liberazione.

Da oggi, dunque, sono ufficialmente in servizio, presso il Comune di Jesi, le dieci nuove biciclette a pedalata assistita che sostituiscono i veicoli nei brevi tragitti all’interno del territorio urbano. Saranno utilizzati da sindaco, assessori e dipendenti nell’ambito delle proprie attività di servizio. Parcheggiate all’interno dei locali comunali all’inizio di Costa Mezzalancia – con apposita rastrelliera e colonnine elettriche per la ricarica – sono utilizzabili quotidianamente dal lunedì al sabato. La portineria ha in consegna le chiavi che assegnerà annotando di volta in volta utente e ufficio di riferimento, assicurando una equa rotazione. L’utilizzatore ha anche a disposizione le istruzioni per il corretto utilizzo del mezzo.

“Farò in modo di sensibilizzare assessori e dipendenti ad avvalersi delle biciclette elettriche ogni volta che sia possibile – ha sottolineato il sindaco Massimo Bacci – anche se non credo che vi sia bisogno di tanta pubblicità, visto che ho registrato grande sensibilità attorno a questo nuovo modello di mobilità sostenibile che proponiamo. Del resto un’Amministrazione comunale fortemente impegnata a realizzare piste ciclabili per collegare finalmente tra loro i vari quartieri della città deve dare per prima l’esempio che una nuova mobilità è possibile. A partire da me”.

Fornite gratuitamente dal Ministero dell’Ambiente a seguito di un apposito bando a cui il Comune aveva partecipato, si stima che le 10 biciclette saranno in grado di sostituire, per i percorsi urbani, 5 autovetture di vecchia immatricolazione (due a diesel e tre a benzina) con un abbattimento di emissioni di anidride carbonica di circa una tonnellata all’anno, oltre ad una riduzione significativa di ossido di carbonio.

L’obiettivo del progetto è comunque quello di rappresentare un messaggio positivo per un cambiamento delle abitudini. Il bando a cui ha partecipato la nostra città – beneficiando non solo delle 10 biciclette, ma anche di 11 mila euro per le spese degli impianti di alimentazione e cablaggio – è frutto di un accordo tra Ministero dell’Ambiente, Associazione dei Comuni e Ducati Energia per sperimentare un prototipo di bicicletta ad alto rendimento e ad emissioni zero prodotto dalla stessa Ducati Energia così da mettere in condizioni gli enti locali che si dimostrano più sensibili di rafforzare le politiche di sostegno per la riduzione dell’inquinamento atmosferico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.