Cimitero di Jesi, gli interventi in programma

JESI – Nel programma triennale di opere pubbliche elaborato dal Comune di Jesi, sono previsti interventi di manutenzione straordinaria, ampliamento ed adeguamento del cimitero per un importo di circa 500 mila euro.

A seguito dell’apertura dei nuovi punti vendita dei fiorai nei locali predisposti dal Comune, operazione che ha permesso di liberare il piazzale antistante,  restano  da effettuare i lavori di chiusura della strada di attraversamento, che sarà adibita per i servizi cimiteriali, la realizzazione di una strada tangenziale e la sistemazione del parcheggio e del piazzale.

Saranno altresì effettuati interventi contro il deterioramento, come la manutenzione dei canali di gronda e delle coperture.

Previsti anche lavori per la realizzazione di nuovi loculi e la sistemazione delle lampade votive,  in attesa di poter procedere con la realizzazione di un ossario ed un cinerario.

Dopo la messa all’asta di dieci cappelline storiche, che ne ha permesso il recupero e la conservazione, entro i mesi di novembre e dicembre uscirà un nuovo bando per la concessione di 14 arcate che affiancano la Chiesa,  attualmente in condizione di forte degrado.  Anche in questo caso sarà salvaguardata la struttura architettonica in accordo con la Sovrintendenza, nell’ottica di conservare e recuperare la memoria e il patrimonio storico.

Il programma di intervento per la riqualificazione delle strutture cimiteriali è fondamentale, a fronte anche di una  riduzione degli spazi disponibili e della necessità di recuperare ciò che già esiste ma rimane inutilizzato. Nel 2012 sono state dichiarate decadute 95 concessioni nel campo vecchio. Novantanove quelle del cimitero rurale di Tabano, oggi quasi in stato di abbandono. Le sepolture sono state, ad oggi, 376.

Sono in crescita, invece, le cremazioni, con 98 pratiche burocratiche effettuate dal Comune.

a cura di Chiara Cascio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*