Due jesini in manette: avevano denaro e cocaina purissima in casa | | Password Magazine

Due jesini in manette: avevano denaro e cocaina purissima in casa

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Oltre cento grammi di cocaina purissima, qualche dose di hashish e più di tremila euro in contanti. Nei guai due giovani jesini, 26 e 29 anni, operai, pizzicati dai carabinieri durante un controllo. Nell’ambito di servizi predisposti per il controllo del territorio, rafforzati in prossimità delle festività natalizie, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, diretti dal Tenente Maurizio Dino Guida, coadiuvati dai militari della Stazione di Morro d’Alba, guidata dal Maresciallo Cosimo Gagliani, ieri pomeriggio, nei pressi del cimitero di San Marcello hanno intimato l’alt ad una Alfa 147 con due giovani a bordo che stava procedendo in direzione del paesino. S.C., 29enne e A.S. 26 anni, residenti a Jesi, si sono mostrati nervosi e agitati, tanto da tremare. Quanto è bastato a convincere i militari a vederci chiaro: scoprono che il 26enne aveva precedenti specifici in materia di stupefacenti,  condizione sufficiente per effettuare una perquisizione personale e veicolare. Ci avevano visto giusto: nel corso della verifica, infatti, indosso ad uno di loro i militari gli rinvengono, occultati negli slip, un involucro contenente una sostanza bianca, rivelatasi grazie al narcotest essere cocaina per un peso di 102 grammi, ed anche la somma di denaro di 1.200 euro.


I due jesini sono quindi stati accompagnati in Caserma per una perquisizione più meticolosa: il più giovane aveva altre tre dosi di “neve” ben nascosti nelle tasche del giubbetto. A quel punto vengono disposte una serie di perquisizioni domiciliari presso le rispettive abitazioni ove, oltre ad un’altra consistente somma di denaro, pari a 1.900euro, nascosta nel garage del 29enne, viene rinvenuto materiale utile per il confezionamento, cioè dei ritagli di buste di forma circolare per contenere la sostanza stupefacente, nonché un bilancino di precisione. La droga rinvenuta, complessivamente 105 grammi di cocaina e 4 di hashish, avrebbe fruttato circa 6mila euro e, secondo gli inquirenti, era destinata alla piazza jesina, la quantità ingente potrebbe essere collegata alla prossimità delle feste. Considerati gli incontrovertibili elementi raccolti, i due jesini sono stati dichiarati in arresto per detenzione ai fini di spaccio in concorso e trasferiti a Montacuto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.