Festival Pergolesi Spontini, la XX edizione è «Tu sei Meraviglia» | Password Magazine
Festival Pergolesi

Festival Pergolesi Spontini, la XX edizione è «Tu sei Meraviglia»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI- Un festival che avrà un valore aggiunto: questo il sentimento comune che ha guidato la presentazione del Programma per la ventesima edizione del Festival Pergolesi Spontini.

Il Teatro di tradizione di Jesi è pronto a ripartire, dopo il lockdown, senza nascondere il periodo di criticità appena attraversato: il Sindaco, e Presidente della Fondazione Pergolesi Spontini, Massimo Bacci conferma il rinnovo di Lucia Chiatti come Amministratore Delegato, e di Cristian Carrara come Direttore Artistico, così come rimane stabile la collaborazione con il Comune di Maiolati Spontini, come ha dichiarato il Sindaco Tiziano Consoli, almeno fino al 2024, anno in cui verrà celebrato l’anniversario di nascita di Gaspare Spontini.

Un’edizione che è motivo d’orgoglio, in quanto ha visto l’impegno di tutti, come ha voluto specificare Lucia Chiatti: «La gestione dell’evento non è avvenuta in maniera isolata, ma percependo il senso di comunità, e con la coscienza di poter produrre spettacoli anche in condizioni critiche».

Chiatti
Lucia Chiatti, ad della Fondazione Pergolesi Spontini

 

 

Carrara
Cristian Carrara, direttore artistico Fondazione Pergolesi Spontini

Dal 6 Settembre al 4 Ottobre, si alterneranno sui palchi dei teatri di Jesi, Maiolati Spontini e Monsano nuove produzioni, suddivise in 13 appuntamenti, di cui 3 prime assolute: tutto ruoterà attorno al tema «Tu sei Meraviglia», titolo della stessa edizione del Festival.

«Il titolo – spiega Cristian Carrara, esponendo l’intero palinsesto degli eventi – assume ancora più valenza oggi, in quanto presuppone già un interlocutore. Questo a significare che l’arte non esisterebbe se non ci fosse l’occhio dello spettatore: il teatro è la scatola delle meraviglie e, con questo primo spettacolo, recuperiamo la relazione con il pubblico attraverso l’arte».

«È il terzo evento a muoversi dopo il covid, insieme a quello di Ravenna e allo Sferisterio di Macerata- spiega il Vice Sindaco Luca Butini– Il nostro territorio, e le Marche in generale, hanno centri di sollecitazione culturali in grado di stimolare i visitatori, e non solo le Istituzioni. In un momento di difficoltà nessuno qui si è fermato, confermando il programma che è ben strutturato, e potrebbe anche aggiungere dei nuovi appuntamenti».

Bacci
Il sindaco di Jesi Massimo Bacci
Butini
Luca Butini, assessore alla Cultura Comune di Jesi
Consoli
Il sindaco di Maiolati Spontini Tiziano Consoli

Il programma del festival alterna tra barocco e classico, cross-over, jazz e pop, ma anche eventi per i più piccoli.

Ad aprire la ventesima edizione, Domenica 6 Settembre, uno spettacolo dedicato alla memoria di Raffaello, dal titolo “Rispondimi, Bellezza” con Neri Marcorè, totalmente prodotto dalla Fondazione Pergolesi Spontini.

La seconda opera, venerdì 11 settembre, sarà invece un recital dedicato alle arie di Spontini con la Time Machine Ensemble.

Domenica 13 Settembre previsti una caccia al tesoro dal Titolo “Il giovane Pergolesi”, mentre la sera sarà la volta di Elio (di Elio e le Storie Tese) che condurrà gli spettatori in un viaggio verso la musica classica, con uno spettacolo dal titolo “Largo al Factotum”.

elio-classico_ok
Elio
Neri-Marcorè-1
Neri Marcorè 

Ospiti di fama nazionale, ma anche internazionale: sabato 26 Settembre, per la prima volta nelle Marche, ci sarà infatti Norma Winstone, mito della musica Jazz mondiale.

Sempre destinato al pubblico dei più piccoli gli spettacoli di sabato 19 settembre “L’incredibile storia di Lino Viola”in prima assoluta, con il coinvolgimento di ATGTP e di Simone Guerro, e quello di Martedì 22 Settembre “Favole al Telefono”, in memoria dei 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari.

Garantito anche lo spettacolo di Social Opera, il programma che da anni prevede la formazione teatrale per persone con handicap più o meno gravi, portato avanti telematicamente anche durante il periodo di quarantena. “Ma Bohème” è programmato dunque per Venerdì 2 Ottobre.

La comunicazione visiva è stata realizzata da Premiata Fonderia Creativa, capitanata da Graziano Giacani, che spiega quanto sia stato difficile e al tempo stesso bello raccontare il Festival di quest’anno: «Esistono due tipi di meraviglie- spiega- quella che viene dall’esterno, ma la più importante è quella che abbiamo di noi stessi. Questo è il DNA del Teatro».

«La meraviglia è la luce in questo momento: abbiamo così la sensazione che ciò che ci è mancato ritorni e ci appartenga di nuovo aggiunge Tiziana Tobaldi, assessore alla Cultura di Maiolati».

Giacani

Tobaldi

Ogni evento avverrà a teatro, nel rispetto di tutte le procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid. Per il programma completo, per info e biglietteria consultate il sito www.fondazionepergolesispontini.com

A cura di Giovanna Borrelli

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.