Fontane pubbliche, consumi record e significativi benefici ambientali | | Password Magazine

Fontane pubbliche, consumi record e significativi benefici ambientali

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce


JESI – Ad un anno esatto dalla loro installazione, le fontane pubbliche si confermano un servizio particolarmente gradito da parte dei cittadini che le stanno utilizzando a ritmo continuo e con evidenti soddisfazioni.

In questo primi dodici mesi i quattro distributori di acqua microfiltrata e fresca hanno erogato complessivamente 370 mila litri equamente suddivisi tra liscia e gassata. La fontana posta al parcheggio del palazzetto dello sport di via Tabano è stata quella in assoluto più gettonata, con ben 170 mila litri erogati, seguita da quella all’ex Smia (120 mila litri) e, più distanziate, dalle altre due alla Fornace (poco meno di 50 mila, con installazione avvenuta però solo a settembre) e Porta Valle (33 mila litri).

Le quattro fontane, dove l’acqua viene erogata al costo di appena 4 centesimi al litro, sono capaci di coniugare economicità e sostenibilità ambientale, riscontrabile attraverso un apposito calcolatore messo a disposizione del Comune. Questo evidenzia come il consumo di acqua delle fontane pubbliche, attraverso contenitori portati direttamente da casa e riutilizzabili, abbia permesso un risparmio di 11,5 tonnellate di Pet per la produzione di bottiglie di plastica, evitando al contempo l’emissione di quasi 10 tonnellate di anidride carbonica che sarebbero state necessarie per la produzione delle bottiglie.

Tutti gli impianti vengono puntualmente sanificati per scongiurare qualsiasi tipo di possibile alterazione dell’acqua erogata. Grazie ad un programma interno, ogni fontana viene costantemente monitorata e, in base alle erogazioni, viene programmato l’intervento di controllo.

La manutenzione prevede: il cambio dei filtri, la sanificazione completa del circuito idraulico, la sanificazione degli ugelli di erogazione, la verifica funzionale delle lampade UV battericide (una in ingresso ed una in uscita) e la ricarica della CO2 alimentare certificata.

Controlli vengono effettuati anche dall’Asur con prelievi che poi vengono trasmessi all’Agenzia regionale per l’ambiente per la verifica dei parametri chimici e microbiologici.

Il servizio, come noto, è corredato da un display luminoso, posto sopra le fontane, che aiuta il cittadino ad utilizzare l’impianto, oltre a permettere al Comune di Jesi di fornire informazioni su altri utili servizi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.