Gli studenti del Galilei Jesi premiati al concorso "I Giovani e le Scienze 2018" | Password Magazine

Gli studenti del Galilei Jesi premiati al concorso “I Giovani e le Scienze 2018”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – L’IIS Galilei di Jesi, grazie ad una fervente attività di ricerca nel settore della chimica, anche quest’anno scolastico ha presentato due lavori di ricerca alla 30° edizione del concorso nazionale  “I Giovani e le scienze”, svoltosi a Milano dal 24 al 26 marzo 2018 presso la FAST (Federazione della Associazioni Scientifiche e Tecniche).

Ampia soddisfazione da parte del Dirigente Scolastico, ing. Floriano Tittarelli e da tutto il personale scolastico per i risultati raggiunti dal team di ricerca (costituito da sei ragazzi che frequentano l’ultimo anno del corso di Biotecnologie Ambientali e di Biotecnologie Sanitarie e dai docenti coordinatori), segno di un lavoro impegnativo e rigoroso, nato dall’originalità delle idee del prof. Edgardo Catalani che, con costanza e dedizione, ha seguito i ragazzi nel corso di tutta la ricerca e dalla figura della prof.ssa Milva Antonelli, che ha curato prevalentemente l’aspetto organizzativo del progetto.

Elisa Ausili, Noor Gholam, Lorenzo Soverchia con il progetto: “Plexiglas: da vetro sintetico a resina di scambio cationico”, hanno vinto la partecipazione, in rappresentanza dell’Italia, al prestigioso evento internazionale TISF (Taiwan International Science Fair) che si terrà a Taipei (Taiwan) nel febbraio 2019 e anche l’accredito per OKSE2F (Oguzhan Karademir Science Energy Engineering Fair) che si terrà a Smirne (Turchia) dal 4 al 10 giugno 2018.

Lo scopo della ricerca è recuperare il plexiglas di scarto, trasformandolo in una resina di scambio cationico utilizzabile, per esempio, per ridurre la durezza dell’acqua.

Sipontina Fania, Eleonora Grugnaletti, Federica Valeriani con il progetto: “Stato di conservazione dell’olio di oliva”, andranno a rappresentare l’Italia ad un’ altra importante esposizione scientifica internazionale “Expo Science” che si terrà a Bruxelles nell’aprile 2019.

L’obiettivo della ricerca è costruire un originale modello sperimentale per monitorare nel tempo lo stato di conservazione dell’olio extra-vergine di oliva.

Poiché Il concorso è accreditato dal MIUR i ragazzi saranno inseriti anche nell’albo delle eccellenze ministeriali.

L’esperienza acquisita in tutto il periodo di lavoro sperimentale e i tre giorni di Milano ha aperto loro nuovi orizzonti per una scelta consapevole del proprio futuro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.