In viaggio verso l'Expo "La Visitazione" del Lotto | | Password Magazine
Festival Pergolesi

In viaggio verso l'Expo "La Visitazione" del Lotto

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – È partita questa mattina alla volta di Milano la Visitazione di Lorenzo Lotto, una delle opere più prestigiose conservate nella Pinacoteca civica di Jesi, selezionata da Vittorio Sgarbi per la mostra “Il Tesoro d’Italia” che si aprirà venerdì mattina all’Expo.

Smontaggio ed imballaggio sono stati affidati ad una ditta specializzata nel trasporto di opere d’arte. L’opera viaggia su camion con scorta armata al seguito ed è assicurata per un valore di 20 milioni di euro. Arriverà a Milano in serata e domani, con la supervisione di Sgarbi, sarà montata nello spazio ad essa dedicato. Resterà all’Expo fino al prossimo 31 ottobre.

La Visitazione – dipinto su tela e legno (cm. 157,5 x 154) – è stata realizzata dall’artista veneziano attorno al 1531 e raffigura la visita di Maria alla cugina Elisabetta dopo che entrambe sono rimaste in stato interessante, in particolare dopo l’incarnazione del Salvatore in Maria. L’opera fu realizzata per la Chiesa di San Giovanni al Monte, ora andata persa, che si trovava nell’area dell’attuale casa di riposo. La Visitazione consta anche di una lunetta – dove è raffigurata un’Annunciazione, necessario prologo alla scena della pala centrale sottostante – che è rimasta invece a Jesi.

La decisione di dare in prestito l’opera è stata assunta dalla Giunta nella consapevolezza che la mostra curata da Sgarbi rappresenta un’occasione importante per dare lustro al patrimonio storico ed artistico di Jesi, in relazione al numero imponente di visitatori attesi nell’arco temporale di apertura dell’Expo. “Il Tesoro d’Italia” aprirà i battenti venerdì presso lo spazio Eataly di Oscar Farinetti, con un potenziale di visitatori stimato intorno a 10 mila persone al giorno.

Sgarbi ha selezionato personalmente circa 300 capolavori dell’arte italiana da Giotto fino ad oggi con l’obiettivo di segmentare una materia così vasta e articolata come la complessità geografica artistica italiana in episodi coerenti tali da far emergere, con grande chiarezza, lo spirito dei luoghi e il gusto espresso nelle forme.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.