Le Marche terra di cinema. La Regione stanzia 562 mila euro. I bandi entro settembre.

REGIONE Costruire un Sistema Cinema organico e strutturato che possa diventare propulsore sia di attività culturali interconnesse e qualificate, sia formative e produttive nel significato più strettamente economico. E’ questa la finalità di fondo del Piano per le Attività Cinematografiche 2013, proposto dalla giunta regionale e recentemente approvato  dall’Assemblea legislativa.

“La Regione Marche -ha commentato l’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini dopo l’approvazione  – continua nel sostegno al cinema e all’audiovisivo con l’obiettivo di promuovere la crescita culturale ed economica del territorio. L’impegno che stiamo profondendo in questo ambito è tra i più alti, perché sono le statistiche a dirci che i marchigiani amano il cinema e sono le sempre più frequenti produzioni cinematografiche a confermarci che le Marche stanno diventando terra di Cinema: siamo convinti infatti che la nostra regione abbia grandi potenzialità in questo settore sia come set cinematografico naturale sia in termini di professionalità locali, sempre più qualificate.  Nonostante per il corrente anno lo stanziamento destinato al finanziamento della L.R. 7/09 abbia subito, come per tutti gli altri settori, un taglio – ha aggiunto Marcolini – in questi anni abbiamo incrementato l’investimento a sostegno del cinema e delle attività cinematografiche, come dimostrano il finanziamento della digitalizzazione delle sale cinematografiche, la nascita della Fondazione Marche Cinema Multimedia e, da ultimo, la scelta di cofinanziare il progetto di film del regista Mario Martone su Giacomo Leopardi. ” Il Piano che prevede uno stanziamento di 562 mila euro,  individua le priorità e le strategie dell’intervento regionale a sostegno del cinema e dell’audiovisivo e contiene i criteri per l’attuazione degli interventi previsti dalla legge. Tra le linee prioritarie individuate, il sostegno alla circuitazione e alla programmazione del cinema di qualità attraverso Festival, Rassegne e Premi di carattere nazionale ed internazionale; il  sostegno alle imprese cinematografiche per promuovere la presenza e l’adeguata distribuzione delle attività;  il contributo per il funzionamento della Fondazione Marche Cinema Multimedia; la promozione e la valorizzazione del patrimonio e della cultura cinematografica, nonché della conoscenza dell’audiovisivo e dei nuovi linguaggi multimediali.

Una particolare attenzione è stata rivolta al sostegno dell’attività delle monosale cinematografiche situate nei centri storici delle città in condizioni di particolare criticità, per la rivalorizzazione dei luoghi culturali e di aggregazione sociale.

Entro settembre il Piano sarà operativo attraverso l’elaborazione e la pubblicazione dei Bandi per la realizzazione delle misure e dei progetti da sostenere.

 

Comunicato da: Regione Marche

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*