L’Emporio solidale diventa realtà, sabato l’inaugurazione

JESI – L’Emporio solidale sta per diventare realtà, sabato prossimo sarà inaugurato: uno spazio ricavato dai locali della Caritas diocesana di viale Papa Giovanni XXIII in cui le persone che versano in difficili condizioni socio-economiche possono andare a fare la spesa.

Si tratta del progetto start up ispirato dalle esperienze di Osimo, Ancona, Fabriano e Macerata. Le realtà che hanno preso parte al progetto sono numerose: in primis l’ASP Ambito 9 e Caritas Jesi; la Fondazione Cariverona; il Centro Servizi Caritas Jesina Padre Oscar; Anteas Marche; il Forum Terzo Settore delle Marche; l’AUSER Provinciale OVD di Ancona e Alleanza contro la povertà delle Marche. Tutte queste realtà si sono messe insieme per aiutare l’individuo ad uscire dalla sua condizione mettendo a disposizione dei veri e propri tirocini formativi che mirano all’inclusione sociale, i soggetti destinatari effettueranno inoltre alcune ore di volontariato, per una continuità del progetto. Il progetto è rivolto a tutti i cittadini dei ventuno Comuni dell’Ambito il cui disagio è riconosciuto dal Servizio Sociale dell’Asp: si tratta quindi di circa 50 persone in una prima fase, ma possono anche aumentare viste le oltre cento persone che l’Asp aiuta con interventi di natura economica. L’obiettivo è dunque quello di dare una concreta possibilità a quante più famiglie possibile di superare la loro condizione fornendo loro tutti gli strumenti necessari.

Interessante è il concetto di spesa senza pagare in denaro, ma tramite una tessera a punti che vengono assegnati da un’equipe, basati sui bisogni dei nuclei familiari e subordinati all’adesione dello svolgimento di ore di volontariato, a corsi di formazione e a tirocini di inclusione sociale. I prodotti alimentari che andranno sugli scaffali dell’Emporio arrivano da tre canali: gli avanzi della distribuzione, le donazioni e l’acquisto diretto da parte di Caritas e Asp per i prodotti che mancano.

1 Commento su L’Emporio solidale diventa realtà, sabato l’inaugurazione

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*