“Puliamo il mondo”, premiati gli “autisti” del Piedibus con la tessera “aQa”

MOIE – Oltre 70 alunni della scuola primaria dell’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie hanno chiuso l’anno scolastico nel segno del verde e dell’ambiente. Venerdì 3 giugno hanno, infatti, aderito all’iniziativa “Puliamo il mondo”, promossa da Legambiente. Un progetto cui la scuola, in collaborazione con il Comune, aderisce ogni anno, ma che lo scorso ottobre, nelle date della manifestazione nazionale, non si era potuto concretizzare per colpa delle cattive condizioni meteo. In una bella giornata di sole, dunque, le tre classi quinte, accompagnate dalle insegnanti e supportate dai tecnici del Comune e dall’assessore all’Ambiente Fabrizio Mancini, hanno passato al setaccio la zona dello svincolo della superstrada e del campo equestre per raccogliere rifiuti abbandonati e consegnarli, dopo averli differenziati, al personale dell’Amministrazione per essere smaltiti.

“Teniamo molto a questo progetto – sottolinea l’assessore Mancini – anche perché come Amministrazione crediamo fortemente nelle politiche ambientali e nei progetti di sensibilizzazione, a partire dalle scuole. Un’attenzione che si è concretizzata attraverso piccole e grandi iniziative: dall’acquisto per ogni aula del plesso scolastico di via Venezia di cinque bidoni, non in cartone ma in plastica colorata, per la raccolta differenziata, alla sistemazione dei pannelli solari nei tetti delle scuole, dalla fornitura di contenitori per gli oli esausti a ogni famiglia fino a campagne di sensibilizzazione con opuscoli e iniziative pubbliche. E gli sforzi, devo dire, sono ripagati, almeno a giudicare dall’esito di ‘Puliamo il mondo’, che di anno in anno fa registrare una diminuzione delle quantità di rifiuti raccolte dagli alunni. Per quelli ingombranti non è mancato, purtroppo, un divano abbandonato in via Pianello, una stradina che costeggia la Statale 76, ma è stato l’unico caso. È diventata, infatti, una sana abitudine utilizzare il Centro ambiente “Il Quadrifoglio”, che si trova a Pozzetto di Castelplanio. Ringrazio i bambini, il dirigente scolastico Nicola Brunetti e le insegnanti per il lavoro svolto e rinnovo l’invito ai cittadini a differenziare e a utilizzare correttamente le isole ecologiche”.

Va sempre nella direzione dell’attenzione all’ambiente e alla sostenibilità anche un’altra iniziativa dell’Amministrazione, collegata sempre al mondo della scuola. Su iniziativa del consigliere delegato alla Partecipazione Stefania Lucidi e dell’assessore alla Pubblica Istruzione Silvia Badiali, sono stati premiati, nell’ambito della rassegna di fine anno delle scuole primarie, i quattordici fra genitori e nonni che nell’anno scolastico 2015/2016 hanno dato la propria disponibilità e hanno svolto l’importante ruolo di “autisti” del Piedibus.

E non poteva che essere “green” anche il premio. Ad ognuno di loro, infatti, è stata donata una tessera della fontana pubblica Aqa, che eroga acqua naturale, gassata e refrigerata dall’impianto installato tre anni fa in piazza Kennedy.

“L’idea di incentivare i comportamenti virtuosi dei cittadini – spiega il consigliere delegato Lucidi – è nata nell’ambito della commissione congiunta sul tema delle polveri sottili proposta da Maiolati Spontini e che ha coinvolto altri Comuni della Vallesina. Visto che uno degli obiettivi della commissione è quello di individuare soluzoni condivise per migliorare la qualità dell’aria e degli stili di vita, anche attraverso la sensibilizzazione dei cittadini, l’idea di premiare in qualche modo coloro che hanno contribuito al progetto del Piedibus con la tessera della fontana pubblica ci è sembrata molto appropriata”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*