Vetrine artistiche lungo il Corso per valorizzare i locali in vendita di ProgettoJesi

JESI – Prende il via oggi (giovedì 5), con l’inaugurazione di una personale fotografica di Francesco Coppari sul disastro di Chernobyl, il progetto “Contemporary Shop” promosso dalla Pro Loco con l’intento di dare vita ai locali di Corso Matteotti a Jesi che la ProgettoJesi ha posto in vendita.

Questi spazi stazionano fra il lasso di tempo del passato utilizzo e la futura vendita/trasformazione. È per la durata di questo periodo che la Pro Loco di Jesi, con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura, li prende in consegna, rivalorizzandoli, rendendoli fruibili e maggiormente visibili, sublimandoli da “non luogo” a “luogo in divenire”.

Spiegano dalla Pro Loco: “La campagna precedente di ProgettoJesi, che ha visto la realizzazione di pannelli colorati sul loro fronte, ha ormai esaurito la carica innovativa, e i luoghi chiusi, anche se colorati, sono entrati a far parte della quotidianità smettendo di attirare la curiosità e l’attenzione dei passanti. Inizialmente si utilizzeranno soltanto le vetrine per mostre fotografiche e di altre arti figurative”.

“Contemporary Shop” racchiude i concetti di “Temporary Shop”, quei negozi aperti per un lasso limitato di tempo, generalmente outlet o svendite, ed il suffisso “Con” sottintende aggregazione. “Contemporary Shop” diventa dunque un termine che esprime contemporaneità, attualità, aggregazione in un tempo limitato.

Dopo la personale di Coppari, i locali ospiteranno Marco Priori, Javier Cecconi e Katia Montesi, sempre del Circolo fotografico Massimo Ferretti di Jesi. Il mese di dicembre vedrà invece esposte le opere dei ragazzi del Liceo Artistico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*