Ancora vandali al Parco del Vallato, residenti all’opera raccolgono i cocci

JESI – L’azione dei vandali non si arresta neanche durante la notte di Capodanno. Questa mattina i residenti del Parco del Vallato hanno iniziato il 2018 davanti uno scenario indecoroso: di nuovo cestini della spazzatura divelti,  bottiglie in vetro rotte e spazzatura in ogni angolo. È così alcuni cittadini ancora una volta si sono rimboccati le maniche e sono andati a ripulire il parco, raccogliendo i rifiuti più ingombranti.

«Attenzione per coloro che desiderassero avventurarsi in tale luogo con un bambino, un anziano, un cane – è l’allarme lanciato sui social da Damiano Paoletti, uno dei residenti impegnati questa mattina volontariamente nella pulizia  – Prestate molta attenzione: ci sono bottiglie rotte e quindi tanti “cocci” ovunque».

L’appello è stato raccolto dalla consigliera comunale della Lega Silvia Gregori che ha recentemente anche avviato un percorso progettuale con i cittadini attraverso la creazione di un Comitato con una sua identità giuridica come il Parco del Vallato – Via del Molino , per chiedere soluzioni efficaci e attive ad una  situazione che si trascina ormai da tempo:  «Questo malsano modo di comportarsi e di vivere gli spazi pubblici assomiglia più ad un’anarchia totale. Sarà che mancano controlli, multe salate e divieti?».

D’altro canto, l’Amministrazione comunale ha recentemente annunciato di aver previsto  l’installazione in città di circa 300 telecamere di videosorveglianza proprio come misura di contrasto degli atti vandalici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*