Area Vasta 2: "Pronto soccorso Jesi, più ricoveri post dimissioni e personale in crescita di due unità" | | Password Magazine

Area Vasta 2: "Pronto soccorso Jesi, più ricoveri post dimissioni e personale in crescita di due unità"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI –  Il problema del massiccio afflusso al Pronto Soccorso del Presidio Ospedaliero di Jesi di questi ultimi giorni è attribuibile anche all’epidemia influenzale che sta colpendo in maniera eccezionale la Regione Marche e ha messo in crisi molti Pronto Soccorso del territorio. A dirlo è la Direzione dell’Area Vasta 2, tramite invio di nota stampa, in cui afferma che “la sicurezza dei pazienti la struttura Ospedaliera di Jesi è in linea con altri Presidi della Regione in quanto prevede la presenza di una serie di guardie mediche h24 quali: Pediatrica, Ostetrica/Ginecologica, Cardiologica, Terapia Intensiva, Anestesiologica per l’emergenza intraospedaliera, di Area Medica, Pronto Soccorso”.

In data odierna si è tenuta una riunione tra la Direzione Medica di Presidio e il Direttore di Dipartimento di Emergenza per valutare la situazione contingente degli accessi di questi ultimi giorni al Pronto Soccorso di Jesi e successiva necessità di aumento di ricoveri. “Sono state attivate azioni temporanee che verranno monitorate costantemente al fine di contenere il disagio dei pazienti afferenti presso la struttura ospedaliera di emergenza-urgenza – si legge nella nota – Le decisioni prese nel corso dell’incontro sono orientate ad incrementare i ricoveri post- dimissione dal Pronto Soccorso perché è l’attuale emergenza.  Si sono dunque attivate azioni in accordo con la Centrale Operativa 118 in merito alla gestione dei pazienti fuori dal territorio di Jesi e attuate procedure per la gestione diretta dei posti letto di cure intermedie di Chiaravalle e Cingoli che dovranno essere a supporto dei ricoveri provenienti dal PS di Jesi. Sono di prossima istituzione altri posti OBI (osservazione breve intensiva) a carico del Pronto Soccorso nei reparti chirurgici con la fattiva collaborazione dei Direttori delle UU.OO. Chirurgiche per la temporanea limitazione dei loro ricoveri programmati e con la disponibilità del reparto di Terapia Intensiva per la continuità assistenziale notturna di questa tipologia di OBI “allargata”. Il tutto prevedendo anche da subito una modalità di collaborazione tra Pronto Soccorso e i medici del 118 nei periodi di stand-by dello stesso”.

Infine: “L’Ufficio Personale ha comunque già attivato tutte le procedure previste per la nomina dei candidati aventi diritto alla luce dell’attuale graduatoria a tempo indeterminato approvata il 23 dicembre scorso. Tra questi, alcuni sono già in servizio, a tempo determinato, presso i Pronto Soccorso di Jesi, Fabriano e Senigallia e pertanto verrà confermato il loro incarico a tempo indeterminato.

Per il P.S. di Jesi è previsto in tempi molto rapidi l’incremento di almeno due unità”.

Comunicato da: Direzione AV2

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.