Biblioteca La Fornace. Rassegna "Errante, eretico, erotico" | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Biblioteca La Fornace. Rassegna “Errante, eretico, erotico”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – La biblioteca La Fornace di Moie ospiterà, venerdì 29 gennaio, alle ore 21, una lezione-spettacolo dedicata a Dolores Prato nell’ambito della rassegna “Errante, eretico, erotico”. Sarà il primo di tre appuntamenti, a cura del filosofo e scrittore Alessandro Pertosa con le attrici Silvia Bertini e Benedetta Padella, e la direzione artistica del regista Andrea Anconetani. Negli incontri previsti a febbraio e marzo l’iniziativa, che intende presentare la vita e le opere di personaggi dell’arte e della cultura marchigiana, sarà dedicata agli artisti Osvaldo Licini e Alberto Spadolini. Il ciclo di conferenze è realizzato con l’associazione Nuovi linguaggi. L’ingresso è libero.

“Sarà una lezione aperta molto particolare: la riflessione sui tre personaggi in cartellone – spiegano gli organizzatori – avverrà attraverso l’utilizzo di vari linguaggi, anche in virtù della presenza di attori in scena che, interpretando alcuni brani, aiuteranno gli spettatori ad entrare nell’universo degli artisti. Osvaldo Licini e Alberto Spadolini sono due marchigiani che hanno vissuto ed operato lontano dalla nostra regione, mentre l’origine di Dolores Prato non è marchigiana ma l’opera letteraria ha riguardato per la quasi totalità le Marche, e nello specifico la città di Treia. Il titolo del ciclo di lezioni, ripreso da una celebre espressione di Osvaldo Licini, in qualche modo descrive i punti salienti dei personaggi presi in esame: l’essere errante, in molti sensi, di Dolores Prato, la sostanza eretica dell’opera di Licini e l’eroticità del personaggio Spadolini”. Le prossime lezioni saranno, quindi, sull’opera pittorica di Osvaldo Licini e sull’eclettica figura artistica di danzatore, attore e pittore di Alberto Spadolini.

Intanto in biblioteca si svolge quotidianamente un ampio ventaglio di attività. Nei locali del centro culturale “eFFeMMe23” si tengono corsi di lingua, yoga, cucito. Nel 2014 gli spazi sono stati occupati 518 volte da privati e associazioni. La biblioteca ha anche ospitato  appuntamenti nell’ottica del coworking. Si tratta di luoghi di lavoro condivisi, postazioni silenziose e allo stesso tempo conviviali nelle quali si possono confrontare idee ed esperienze con quelle di altri professionisti, svolgendo comunque progetti in maniera indipendente.

Ma non solo. La Fornace mette a disposizione i propri spazi dandoli in affitto. Parliamo dell’anfiteatro della biblioteca, della sala Joyce Lussu e il Binario 9 e ¾, e del tunnel della fornace. L’anfiteatro è il luogo ideale per organizzare eventi culturali con proiezioni e interventi del pubblico. Il canone di affitto fino a 4 ore è di 300 euro, per l’intera giornata di 400 euro. La sala Joyce Lussu e lo Spazio Binario 9 e ¾ sono due luoghi molto funzionali: uno progettato e allestito per organizzare seminari formativi, conferenze e dibattiti e l’altro un ambiente speciale a misura di bambino con tappetoni e grande schermo, dove giocare e imparare sempre qualcosa di nuovo (fino a 4 ore 25 euro, costo orario da 5 a 19 ore 8 euro, da 20 ore in poi 6 euro). Il tunnel della Fornace è una location suggestiva nel cuore della fornace per organizzare qualsiasi tipo di mostra ed esposizione (fino a quattro ore 25 euro, intera giornata 35 euro, per i giorni successivo al primo 20 euro). Se la richiesta di utilizzo proviene da un’associazione locale e l’iniziativa è patrocinata dal Comune, è prevista una riduzione del 50 per cento delle tariffe indicate. A tutti i prezzi indicati va aggiunta l’Iva. Contatti mail: biblioteca@bibliotecalafornace.com. Telefono 0731702206.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.