Cassio Morosetti, la fontana e la sua storia | Password Magazine
Festival Pergolesi

Cassio Morosetti, la fontana e la sua storia

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI- È stata presentata al Comune di Jesi la campagna di informazione, realizzata con la collaborazione di Premiata Fonderia Creativa, sulla figura e sull’eredità di Cassio Morosetti alla Città di Jesi e sulla storia della Fontana dei Leoni.
La campagna di informazione è composta da vari strumenti di comunicazione innovativi, informazioni approfondite sul sito web (https://fontanadeileoni.comune.jesi.an.it/), attività social, eventi ed incontri, e da un’installazione particolare, il Carretto dell’Acquaiolo, inaugurato oggi (9 ottobre 2020) presso l’Arco del Magistrato. «Partendo dall’immagine degli acquaioli intorno alla fontana nel 1800, abbiamo ricreato un carretto, restaurato dalla falegnameria del Comune di Jesi, dove è possibile rivivere l’intreccio dei protagonisti di questa storia che stiamo raccontando, Cassio Morosetti, la Fontana dei Leoni e la Città di Jesi – spiega Graziano Giacani, Direttore Creativo di Premiata Fonderia Creativa– La città in questo momento ha la possibilità di riguardarsi addosso attraverso una finestra che è la fontana. Non è tanto lo spostamento della fontana in sé, ma vederlo come una finestra su quello che è successo dal 1844, quando arrivò l’acqua pubblica in piazza, ed immergerci in un mondo che non c’è più».

da6f47d8-0a11-4827-a19e-da083a055996
E’ proprio questo il fine della campagna, quello di mettere in moto un meccanismo per ripercorrere la storia della fontana, riportarla alla luce e far conoscere alla cittadinanza la grande figura dell’artista benefattore Cassio Morosetti, come afferma l’Assessore alla Cultura Luca Butini: «Abbiamo pensato che fosse giusto e rispettoso nei confronti di Cassio Morosetti cercare di condividere le ragioni della sua scelta. Da questo nasce la decisione di intraprendere un percorso di informazione sulla figura di Morosetti e sulla storia architettonica di una parte della nostra città».
Il Sindaco Massimo Bacci sottolinea il dovere di far conoscere l’artista e la storia quasi dimenticata della fontana alla cittadinanza ricordando Cassio Morosetti: «Si tratta di una persona straordinaria, che fece un grandissimo sforzo quando, telefonandomi e ripetendomi la sua volontà di veder tornare la fontana in Piazza della Repubblica, accettò la mia proposta di destinare quelle risorse al Centro Alzheimer di Jesi, i cui lavori sono iniziati. Ringrazio la Premiata Fonderia Creativa e vediamo nel proseguo il livello di conoscenza e quale decisione verrà presa».

Il Sindaco Bacci inoltre fa sapere che nonostante i tempi brevi la possibilità concreta dello spostamento della fontana c’è e dovrà rientrare, eventualmente, nel piano triennale delle opere pubbliche e quindi richiederà un passaggio in Consiglio comunale. Secondo quanto riferito dal sindaco, dalla Soprintendenza infatti non sarebbero emersi elementi ostativi per un ritorno della fontana in piazza della Repubblica. I costi dello spostamento sarebbero inferiori a quelli destinati nel lascito testamentario e ci sarebbe quindi occasione per la riqualificazione anche di Piazza della Repubblica, in un secondo momento. La decisione finale, essendoci nel lascito un vincolo di tempo, andrà presa non più tardi di gennaio 2021.

A cura di Chiara Petrucci

1 Commento su Cassio Morosetti, la fontana e la sua storia

  1. Trovo vergognoso spendere 2 Milioni di Euro, comunque destinati in beneficenza, per spostare una fontana ed esaudire i capricci di un milionario.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.